Pescara, primo incontro per il laboratorio “Fragile è la vita”

1° incontro giovedì 22 Novembre ore 22:00 Spazio Matta
…. quando la pedagogia diventa mise en scene…
“Fragile è la vita” è un viaggio creativo che si concretizza attraverso un percorso laboratoriale tracciato in diversi luoghi del territorio italiano.
Aperto a professionisti e giovani allievi, l’iter è dedicato alla ricerca e allo scambio artistico, grazie allo sviluppo del dialogo sulla scena.
Materiale di lavoro sarà il romanzo “Chiedi alla polvere” di Jhon Fante.
Il testo di Fante apre un immaginario sospeso tra incanto e disincanto dove i due protagonisti – Arturo Bandini e Camilla López – abitano vite ai
margini di una umanità assente e distratta. I due percorrono strade, attraversano luoghi che per chiunque altro sembrano impossibili. Luoghi fisici
che diventano luoghi dell’anima e viceversa. Emerge fra loro la labile fragilità della vita, dell’esistenza, che è paradossalmente l’unica condizione
per “poter esistere”. Una metafora viva, pulsante dell’essere umano che, nonostante tutto, insegue sogni, illusioni e desideri. Una dimensione
onirica nella quale aprono dialoghi serrati dove tutto è teatro e immaginazione. I due si avvicinano, si amano per non incontrarsi mai, per non
divenire mai l’uno platonico. La fragilità del sentire, della relazione, della vita stessa è costantemente minacciata.Come portare in scena questo
testo? Come portare l’attore a interpretare la prosa e realizzarla sul palco? Questo il fuoco centrale del ciclo di laboratori, volti all’esplorazione di
un testo difficile e meraviglioso dove le tematiche sono forti e conflittuali. Un viaggio esperienziale, iniziatico, che si pone obiettivi concreti: meta
finale uno spettacolo che riassuma il lavoro e le esperienze dei laboratori che si sono svolti. “Fragile è la vita” marca le linee della visione formativa
del Gruppo Arterie, ove la scuola non è solo educazione e formazione ma scambio e interazione, ove terreno comune dell’indagine è il
palcoscenico. Proponendo una metodologia lavorativa dove l’attore è figura centrale e creatrice del ruolo che si riferisce al teatro vivo
dell’avanguardia Russa, il processo pedagogico si sviluppa e si attiva in una dinamica che coinvolge in pari misura docenti e allievi, registi e attori.
Gli interessati al progetto e alla tappa abruzzese sono pregati di scrivere e/o prendere contatti al più presto e/o comunque non oltre 15 Novembre 2012.Il gruppo
di lavoro è chiuso (max.10 persone). Allegare un breve C.V. o breve lettera di presentazione e/o motivazionale (per chi non ha mai lavorato con Arterie)
Si richiede l’attenta lettura di “Chiedi alla polvere” di Jhon Fante e di indossare abbigliamento comodo durante gli incontri.
segreteria e iscrizioni laboratorio: tel. 329 1419128 (Irida)
info: funamboleteatro@gmail.com

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *