Pescara, presentazione libro di Giacomo Castelli “Pescara e dintorni” il 14 dicembre

Sabato 14 dicembre, alle ore 17.30, presso la Provincia di Pescara – Sala Figlia di Iorio, in Piazza Italia, si terrà la presentazione del libro di Giacomo Castelli “Pescara e dintorni”, edito con il Patrocinio della Provincia di Pescara e del Comune di Pescara.

Interverrà: Ubaldo Giacomucci (Presidente Edizioni Tracce).

Presenterà: Daniela D’Alimonte (Docente e Critico letterario).

Dalla prefazione a cura di Ubaldo Giacomucci:

Tra narrazione autobiografica e rivisitazione di luoghi e momenti del passato, questo romanzo ha un notevole valore di testimonianza, grazie anche ad un linguaggio immediato e coinvolgente. La narrazione risulta sempre sospesa tra memoria e riflessione, fra dimensione quotidiana e grandi temi socio-culturali, con attenzione anche al linguaggio dialettale e a sfumature ironiche.

A partire dagli anni cinquanta, come sottolinea l’Autore, gli episodi narrati coprono un periodo temporale di circa quindici, sedici anni. Una breve carrellata iniziale sulla città con i suoi personaggi più rappresentativi apre il racconto, fino a descrivere come si presentava la città di Pescara, con gli usi e i costumi di quel periodo.

Grazie a una descrizione suggestiva dei fatti e a una certa arguzia, il testo può diventare una fonte di scoperte sorprendenti per i giovani lettori ma anche un testo piacevole che racconta in maniera spassionata eventi a volte poco noti e situazioni tipiche di una Pescara “vecchia” che sta ormai quasi scomparendo.

Castelli Giacomo nasce a Pescara il 6 Ottobre del 1947.

Come tutti i bambini della sua età, vive la ricostruzione della città e partecipa, come spettatore, al Boom economico degli anni 50 e 60.

I ricordi personali, narrati in un formato letterario originale, di semplice lettura e scorrevolezza, possono essere racchiusi in un pensiero dello stesso autore:

Ho cercato, con molta umiltà, di descrivere con gli occhi di un ragazzo. E’ questa l’emozione che comunica al lettore! E’ il ragazzo “tipo” di quegli anni nel quale molti si riconosceranno.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *