Pescara, presentazione “La battaglia di Roma” e “L’Assalto al treno” il 24 aprile

Venerdì 24 aprile alle ore 21 si terrà al Florian Espace una serata dal titolo “Settembre 1943 – Roma che resiste” nel 70° anniversario della Seconda Guerra Mondiale: una serata di racconti teatrali realizzata in collaborazione con ANPI – comitato provinciale di Pescara “Ettore Troilo”, durante la quale saranno presentati due testi di Pierpaolo Palladino : “La battaglia di Roma”, interpretato dallo stesso autore e “L’Assalto al treno” interpretato da Giulia Basel e Massimo Vellaccio.

Ne La battaglia di Roma (Finalista Premio Tuttoteatro.com “Dante Cappelletti”) un soldato, un po’ brechtiano un po’ petroliniano, racconta da solo una storia di tanti. Palladino porta avanti la sua ricerca linguistica dialettale e rievoca in versi liberi, ispirati dalla struttura stessa del romanesco, la battaglia combattuta in difesa di Roma il 10 dicembre 1943 a Porta San Paolo, da Carabinieri, Bersaglieri e Granatieri di stanza nella capitale, con la partecipazione diretta di numerosi civili, che segnò l’inizio della Resistenza Romana. Da quell’episodio nacque il primo germe della seconda rivoluzione istituzionale di Roma: come dall’ingresso dei bersaglieri attraverso la breccia di Porta Pia si passò dal Papa Re alla monarchia Sabauda, con l’estrema difesa della città causata dalla fuga del Re dalla capitale maturò la volontà di passare dalla monarchia alla Repubblica italiana.

Nel racconto 12 settembre 1943- L’Assalto al treno protagonista è Roma nel secondo giorno di occupazione. “La coda der treno lì all’Ostiense era lunga ‘na quaresima che nun se ne vedeva la fine. Fino all’EUR continuava, fin’a Milano n’artro po’! Era tutta piena de ‘gni ben de Dio: farina, pasta, olio, e zucchero a montagne; ma pure armi, fucili, munizioni, tutto abbandonato lì a chi se lo pijava.” Da un incontro con un vecchio meccanico della Garbatella, dal ricordo sulla sorella Jole, Pierpaolo Palladino ha ricostruito a due voci una vicenda realmente accaduta.

Tra i lavori più significativi di Pierpaolo Palladino autore, citiamo: “Tempo Zero” Premio IDI Autori Nuovi 1995 “Il Cappello del Papa”, segnalato al Premio Tondelli ’96 e Premio IDI 1997 (con Ennio Coltorti e Massimo Wertmuller, regia di Maurizio Panici), “Una Vita Semplice” Premio Enrico Maria Salerno per la drammaturgia 2010. “Il Pellegrino” per Massimo Wertmuller, “La Banda” e “Senza Swing” per Flavio Insinna.

Palladino dirige l’associazione culturale Racconti Teatrali con la quale ha organizzato il Festival Racconti al parco per l’Estate Romana e Autori per Roma la città e il mondo, in collaborazione con il Comune di Roma e il Teatro Eliseo, che commissiona a scrittori “Altritaliani”, ossia immigrati di prima o seconda generazione, testi da scrivere direttamente in italiano come prima lingua di appartenenza, e legati tematicamente alla capitale ed ai suoi molteplici aspetti.

Dopo lo spettacolo ci sarà una riflessione storica sugli avvenimenti trattati a cura di Enzo Fimiani, storico, direttore della Biblioteca Provinciale D’Annunzio, Presidente dell’ANPI Comitato Provinciale di Pescara “Ettore Troilo”.

Si consiglia vivamente la prenotazione ai numeri: 085/ 4224087 085/ 2406628 393/ 9350933. Biglietti: intero 10.00 euro, ridotto 8.00, ridotto speciale 6.00 (per artisti, per allievi delle scuole di teatro e per i soci ANPI).

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *