Pescara, presentazione “Kabarett! Satira, politica e cultura tedesca in scena dal 1901 al 1967” il 10 aprile

Domani, venerdì 10 aprile 2015 alle ore 17.30 presso il Mediamuseum verrà presentato il libro di Paola Sorge, “Kabarett! Satira, politica e cultura tedesca in scena dal 1901 al 1967” edito da Elliot. Con l’autrice interverranno il Direttore del Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne della Facoltà di Lingue dell’Università di Pescara Pier Carlo Bontempelli, la Direttrice della Casa di Goethe Maria Gazzetti, l’attore Rosario Tedesco. Coordina l’incontro lo storico e giornalista Marco Patricelli. Il volume, come scritto nelle note dell’editore, tratta della “rievocazione del leggendario Kabarett con la kappa, dagli inizi gloriosi dell’era guglielmina agli anni “d’oro” Venti e Trenta e poi alla miracolosa rinascita nel secondo dopoguerra. È la scoperta della sorprendente capacità di critica e di autocritica e dell’ironia graffiante dei tedeschi. Autori come Frank Wedekind, Kurt Tucholsky, Erich Kästner ed Erika Mann hanno affrontato coraggiosamente tutti i più spinosi problemi della vita sociale e politica del Novecento, inclusi quello del militarismo prussiano, della rigida censura imposta dall’impero, del nazismo e della colpa collettiva del popolo tedesco, della denazificazione, dell’ipocrisia delle istituzioni sotto Adenauer e Brandt. Le strofe delle canzoni satiriche inserite nel volume, finora inedite, sono state tradotte e, quando possibile, messe in rima dall’autrice. Paola Sorge è nata e vive a Roma. Dal 1990 collabora alle pagine culturali de «la Repubblica». Ha tradotto e curato numerose opere di autori tedeschi come Hesse, Kraus, Enzensberger, tra cui ricordiamo Essere uomini è uno sbaglio di Karl Kraus (Einaudi, 2012). È autrice di vari volumi sulla lingua italiana. Ha scritto Vita di un superuomo (Castelvecchi, 2013), su Gabriele d’Annunzio, di cui ha curato il libro Il caso Wagner (Elliot, 2013). Nel corso della presentazione verranno mostrati filmati inediti relativi al periodo e ci saranno letture di brani scelti con gli allievi della Scuola di Teatro del Mediamuseum diretti da Paolo Rosato e Rossella Mattioli. L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle attività promosse dalla Fondazione Edoardo Tiboni per la cultura e dall’Istituto Nazionale di Studi crociani, presieduto dal prof. Marco Presutti, i cui più recenti incontri sono stati la presentazione del volume su Saturnino Gatti ed il convegno sulle biblioteche svoltosi il 27 e 28 novembre u.s. su “Il  Sistema Bibliotecario Regionale: una risposta alla crisi”, dedicato allo stato di salute e alle prospettive per le biblioteche abruzzesi, incontro che ha richiamato molti operatori del settore, rappresentanti delle istituzioni e cittadini a confrontarsi sul tema.  Il prossimo appuntamento sarà la presentazione del primo volume del Carteggio Croce – Gentile che si terrà il 21 aprile. L’Istituto di Studi Crociani, costituitosi nel 1991, in oltre 20 anni ha svolto un’encomiabile attività di ricerca e divulgazione nell’opera del grande corregionale Benedetto Croce e più in generale della cultura abruzzese, proponendosi l’approfondimento e l’aggiornamento degli studi sull’opera del filosofo di Pescasseroli ed ha perseguito questo scopo avviando la pubblicazione di una «Rassegna di studi crociani» e realizzando numerosi convegni di studio: «Croce e la cultura meridionale» (1991), «Omaggio a Benedetto Croce a quarant’anni dalla morte» (1992), «Croce scrittore e critico letterario» (1993), «Croce filosofo» (1993), «Croce storico» (1993), «Omaggio a Raffaele Mattioli (1995), «Le storie della letteratura italiana dal De Sanctis ad oggi» (1996), «Omaggio a Mario Sansone» (1997), «Sui metodi attuali della critica letteraria» (1998), «Il revisionismo storico» (1999), «Così parlò Friedrich Nietzsche» (2000), «Croce e l’Europa» (2001), «Croce scrittore» (2002). Di ciascun convegno sono stati pubblicati a stampa i relativi atti. Decine di convegni dunque, saggi, rassegne, riviste ed altre pubblicazioni costituiscono il frutto dell’attività dell’Istituto nel corso degli anni, e corona di questo fervore di iniziative crociane è il Premio Nazionale Benedetto Croce di saggistica, fondato nel 1994 e che ha premiato studiosi di rilievo assoluto quali Corrado Ocone, Alberto Bertoni, Andrea Giardina, Pier Vincenzo Mengaldo, Piero Bevilacqua, Francesco Ghedini, Vitilio Masiello, Franco Cardini, Luciano Canfora.    Oltre alla presentazione del primo volume del carteggio Croce – Gentile, l’Istituto, se le risorse lo consentiranno, intende organizzare altri importanti appuntamenti, quali il convegno di studi “Benedetto Croce politico e ministro”, tornare ad assegnare, per l’anno in corso, il Premio Croce e promuovere un ciclo di conferenze sull’opera crociana e su figure illustri della cultura abruzzese.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *