Pescara, presentazione del volume di Grazia Di Lisio il 16 ottobre

Presentazione del volume Un asciugar di tempo di Grazia Di Lisio giovedì 16 ottobre, alle ore 17,30 Fondazione Pescarabruzzo – Corso Umberto I, 83, Pescara. Tecnicamente non c’è nessun adesso, nessun presente, nel momento stesso in cui una parola viene pronunciata essa appartiene alla storia. Anche se sosteniamo di voler comprendere il presente viviamo pur sempre nel passato. Ciò vale sopratutto per gli scrittori ed i poeti come Grazia di Lisio.

L’Autrice di Un asciugar di tempo che ci suggestiona da molti anni con un linguaggio avvolgente e carico di immagini simboliche, è giunta alla quinta raccolta poetica. Dal titolo, già ricco di sfumature espressive e di una suggestiva misura semantica di un afflato esistenziale vissuto ed indagato a lungo Grazia Di Lisio ci suggerisce la translucida ispirazione dei nuovi versi: fatti di ombre dialoganti del passato, della coscienza del nulla, dei guizzi impenetrabili ed inafferabili della memoria. A tratti la memoria di un esistenza vissuta sull’orlo dell’infinito esplode improvvisa nella coscienza universale del paesaggio interiore come dietro la grazia della musicalità costante delle parole poetiche. La lettura si impone quindi al lettore per l’essenzialità della forma e la coerenza della trama, vicnia all’assoluto.

Grazia Di Lisio, poetessa, scrittrice, di formazione classica, è nata a Cabras (OR) e vive tra Pescara e Teramo. Si è dedicata all’insegnamento e all’approfondimento di linguaggi espressivi. Ha pubblicato micro-testi per il Teatro-Scuola, poesie e immagini sul sito online di Lietocolle, le raccolte Voci e silenzi (Sigraf 2003), Le accese solitudini (Tracce 2005), Annoda fili acquei (Gedit 2008), Compresenze (Tracce 2009) e il saggio Sa terra sonadora (Noubs 2011).Ha ottenuto premi e riconoscimenti per la poesia (Baruzzi Bertozzi, Città di Trasacco, Astrolabio, Sprecacenere, Oreste Pelagatti…), per il teatro (Premio Pirandello 2003), per il cortometraggio (Premio Pirandello 2004) e la didattica (Stilo di bronzo Raffaele La Porta 2003/2004). Ha collaborato a vari percorsi d’arte-poesia e mimo-poesia con L’Uovo Onlus di L’Aquila. Sue recensioni, saggi e articoli sono presenti su A B C, Il Monitore, Senza Titolo, La Tenda.

Partecipano: Nicola Mattoscio, Presidente Fondazione Pescarabruzzo, Lucia Capozzi, Vicepresidente Associazione Scuola Cultura e Arte, Gian Mario Anselmi, docente Università di Bologna, Direttore del Dipartimento di filologia classica e italianistica, tra i maggiori critici italiani e Massimo Pamio, direttore editoriale. Intermezzo a due voci di Paolo Giordano (chitarra acustica) e Grazia Di Lisio (voce).

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *