Pescara, presentazione del libro di Cosentino e Napoleone “Sono un uomo felice” il 24 gennaio

Sabato 24 gennaio, alle ore 11.30, presso Spazio più di Villa Angela, in Via del Santuario 156, a Pescara, si terrà la presentazione del libro Sono un uomo felice – Storia vera di Amedeo (Edizioni Tracce 2014) di Sergio Cosentino e Amedeo Napoleone. Presenterà Ubaldo Giacomucci (Presidente Edizioni Tracce). Saranno presenti gli Autori. Seguirà un buffet.

L’introduzione al libro, di cui condividiamo uno stralcio, è curata da Sergio Cosentino: Questo libro è scritto a due mani da me ed Amedeo la cui storia è trattata e si riferisce al periodo, un po’ nebuloso, dei primi anni dell’infanzia, fino al compimento dei 46 anni. Il mio compito è stato quello di comporre il tessuto connettivo della narrazione intercalando il mio racconto con tratti scritti da Amedeo […]. Quindi il libro tratta di una storia vera con attenzione ossessiva ai fatti realmente accaduti. Tale obiettivo ha penalizzato il gusto della lettura […]. A tratti il testo appare troppo essenziale, quasi telegrafico […]. Se si dovesse cercare il fine della scrittura del libro, pur se ambizioso al limite del velleitario, si potrebbe riferire al desiderio di raccontare una storia che fornisca uno spiraglio di fiducia a coloro che vivono con affanno e sofferenza per i motivi più disparati, per convincerli che si può risorgere anche dal baratro più profondo. Infatti la vicenda di Amedeo è emblematica di come dal dolore più cupo possa germogliare la gioia e godere delle numerose bellezze della vita, meravigliose per la loro banalità e quotidianità, ma grandiose per chi ha avuto l’esperienza dell’emarginazione, dell’offesa alla sua dignità umana, dello spossessamento fraudolento di tutti i suoi beni, della sottrazione di tutti gli oggetti che costituiscono il riferimento dei ricordi più cari. Insomma apprezzi con grande piacere adagiarti sul divano di casa tua a sorseggiare un caffè dopo pranzo, se pensi ai lunghi anni in cui ti sei dovuto accontentare di un materasso malmesso e deformato dall’uso di persone diverse ed hai sofferto limitazioni alle più elementari necessità. Posso anticipare, a danno del gusto dell’imprevista conclusione, che la storia è a lieto fine, ma non è una fiaba dove alla fine tutti “vissero felici e contenti”, né un romanzo che dopo tanti guai si conclude nel migliore dei modi. Il lieto fine è il frutto di eventi e persone che hanno virato in positivo la vita di Amedeo restituendogli i diritti ed i beni. Amedeo riesce a condensare lo stato attuale della sua vita ripetendo, quasi come un automa, a chiunque gli chiede “come va?”: “Sono un uomo felice”.

Sergio Cosentino nato a Chieti il 10 maggio 1942 vive con la famiglia a Pescara dove svolge la professione di dottore commercialista da circa 40 anni prevalentemente in ambito giudiziario. Esperto di diritto fallimentare è Presidente del Centro Studi Concorsuali. È tutore di Amedeo Napoleone dal 2000.

Amedeo Napoleone nato a Pescara il 13 febbraio 1968 vive nella sua villa sui colli di Pescara. Ha conseguito la maturità classica a 18 anni e la laurea in giurisprudenza nel 1991. A seguito di interdizione è assistito dal tutore da 14 anni. Suona pianoforte e fisarmonica. Nel 2009 ha scritto un libro di poesie L’armadietto di Amedeo edito dalla Casa Editrice Tracce.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *