Pescara, mostra per i centoventi anni del Touring Club Italiano dal 16 al 31 ottobre

Animata da una dozzina di ciclisti in abiti d’epoca e bici da collezione, è stata inaugurata la mostra “Italiani viaggiatori. Alla scoperta dell’Abruzzo”, evento compreso nelle celebrazioni dei 120 anni della fondazione del Touring Club Italiano.

Alla presenza di numerosi visitatori e soci pervenuti da tutta la regione, Elio Torlontano, console del Touring Club Italiano, dopo avere ringraziato i presenti, i soci e coloro che hanno collaborato alla realizzazione dell’iniziativa, ha illustrato la composizione dell’allestimento che comprende la mostra itinerante che ha fatto tappa a Pescara, e l’ampia area di approfondimento dedicata all’Abruzzo. Trenta suggestivi scatti  ripercorrono oltre un secolo di vacanze e di viaggi degli italiani, partendo da quelli in bicicletta, “inventati“ dal Touring, mentre documenti, oggetti rari e pannelli illustrativi testimoniano l’intensa opera per la conoscenza dell’Abruzzo e la promozione del turismo nella regione che il Touring Club Italiano ha esercitato, fin dalle sue origini, con il concorso dei soci abruzzesi.

Il prof. Nicola Mattoscio, presidente della Fondazione Pescarabruzzo, nel suo saluto si è detto lieto di ospitare la mostra, sottolineando la straordinaria capacità di fare rete da parte dei pionieri del Touring Club Italiano, senz’altro una risorsa che ha permesso al sodalizio milanese di svilupparsi e crescere prepotentemente nel tempo, come è dimostrato dai documenti e materiali storici esposti grazie ai prestiti e alla collaborazione entusiasta dei soci del territorio.

Antonio Bini, curatore della mostra regionale, ha chiarito come la mostra regionale intende soffermarsi sul ruolo che il Touring ha avuto, sin dagli inizi, per lo sviluppo turistico dell’Abruzzo, a cominciare con la Guida-Itinerario della regione pubblicata nel 1904, e destinata principalmente alla mobilità in bicicletta, che all’epoca permise di offrire, grazie alla collaborazione di numerosi soci e consoli, un chiaro quadro della situazione stradale, completa di dati altimetrici. Lo spazio dedicato alla regione – ha sottolineato Bini – non è solo una retrospettiva ma rappresenta una formidabile opportunità per riflettere sul turismo di oggi.

All’inaugurazione sono intervenuti Nicolò Pozzetto, Progettazione Rete Territoriale e Daniele Germiniani, Relazioni Territoriali della sede centrale del Touring, testimoniando l’importanza dell’iniziativa del Club di Territorio di Pescara che si pensa già di replicare in altre città della regione. Il Touring ha voluto ricordare l’avvenimento con la stampa e la distribuzione gratuita di una cartolina ricordo, recante l’immagine simbolo dell’evento espositivo, ossia lo scatto del 1898 del cesenate Agostino Lelli-Mami, che riprende lo stesso Lelli-Mami e il prof. Pagani, entrambi soci dell’allora Touring Club Ciclistico Italiano (diventerà TCI nel 1900), nella piazza San Tommaso di Ortona, località terminale della “escursione in bicicletta nelle Marche e negli Abruzzi”.

L’Apertura della mostra è stata animata dall’Associazione Bike Inside Team Vintage di Chieti, con una dozzina di ciclisti in costumi d’epoca e fascia del Touring al braccio, che su vecchie biciclette hanno attraversato corso Umberto.

La mostra rimarrà aperta fino al 31 ottobre, dal lunedì al venerdì, 10.30 – 12.30 e 16.30 – 19.30; sabato solo 16,30 – 19,30.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *