Pescara, mostra fotografica “Scatta al festival”

Non troppo distante dalla passata edizione e neppure da quella del prossimo autunno, il Festival delle Letterature dell’Adriatico torna a fare capolino per ricordare a Pescara quanto sia bella una città dove si parla di libri, si incontrano autori, si respira cultura. Per fare ciò, il Festival si presenta, orgoglioso, nei suoi ritratti migliori: le venti foto selezionate da Stefano Schirato per il contest fotografico “Scatta al Festival”, lanciato lo scorso novembre in occasione, appunto, della decima edizione della rassegna, saranno esposte in una mostra visitabile gratuitamente per tutto il mese di aprile ed allestita nella sala eventi della libreria Feltrinelli.

A realizzare lo scatto vincente, aggiudicandosi quindi un buono acquisto del valore 100 euro da utilizzare proprio presso la libreria Feltrinelli, è stata la giovanissima Ilaria Di Pietro: secondo Stefano Schirato “l’autrice in questa immagine non si è limitata a descrivere un singolo momento del Festival, ma è riuscita ad ‘interpretare’ un personaggio del calibro di Erri De Luca, riuscendolo a raccontare con pochi dettagli, ma fondamentali, che restituiscono la sua autenticità”. In esposizione anche gli scatti di Cristian Roberti, “Krusty Rusty”, Marco Buccione, Matteo Veleno, Nate D’Avena e Roberta Verzella, che hanno girovagato per il Festival immortalandone personaggi, eventi, atmosfere.

“In venti scatti”, hanno aggiunto gli organizzatori del Festival, “c’è tutto questo e molto di più: i libri, gli autori, le file interminabili, i volontari, gli autografi, il vino e il formaggio, le strade affollate di gente, la pioggia (sì, c’è stata anche quella), la musica, i fumetti, i bambini. C’è Pescara vista dal suo profilo migliore, insomma”.

Insieme al programma dei corsi di formazione, partito a marzo e destinato a concludersi il 27 aprile con il workshop dello scrittore e musicista Daniele Coluzzi, che in “Music Marketing” illustrerà nei dettagli quello che è necessario sapere per allestire una band che funzioni, l’esposizione di fotografie alla Feltrinelli testimonia la volontà del Festival di farsi sempre di più un punto di riferimento nel calendario culturale pescarese: non solo un lungo week end di incontri a novembre, ma una presenza viva e attiva che dialoga con il territorio in tutte le sue meravigliose stagioni.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *