Pescara, mostra evento dedicata a Dean Martin dal 26 luglio al 9 agosto

Dal 26 luglio al 9 agosto l’Aurum di Pescara ospiterà la Mostra di pittura, cultura e arti grafiche ‘Dean Martin dal Sogno al Mito’. I particolari sono stati illustrati, questa mattina, a Pescara, nel corso di una conferenza stampa dagli assessori comunali alla Cultura Giovanni Di Iacovo e alla Cooperazione Sandra Santavenere; Alessandra Portinari, presidente Fondazione Dean Martin; Silvia Moretta, curatrice della mostra; Michelangelo Prencipe, artista e responsabile della comunicazione. “La mostra – ha spiegato Portinari – è alla prima edizione, si tratta infatti per noi di un campo artistico nuovo in cui siamo entrati con molto entusiasmo; sarà aperta dal 26 luglio al 9 agosto all’Aurum di Pescara, con un bando internazionale per le comunità italiane all’estero. L’idea è quella di acquisire opere per allestire un museo permanente sull’emigrazione e su Dean Martin. II presidente della giuria per il Premio Dean Martin sarà il professor Franco Summa; siamo certi che il Premio sarà un successo e che potrà regalare qualcosa in più all’estate artistica pescarese. Il premio è il cappello di Dean Martin che ha sempre portato fortuna a chi l’ha vinto, sia artisti che imprenditori”. “Siamo qui – ha detto Moretta – per rilanciare il bando e fare un appello a creativi ed artisti. Voglio sottolineare che non siamo alla ricerca di ritratti di un mito perduto e inarrivabile, ma di opere che colgano l’ispirazione che la vita straordinaria di Dean Martin ci mette davanti agli occhi, quella di un ragazzo che raggiunge il sogno americano e tutto ciò che prova gli viene bene, fino al grande salto nel mondo dello spettacolo. L’idea di costruire un museo – ha spiegato – è sorta spontaneamente insieme al bando: gli artisti che vorranno potranno donare le loro opere per formare il primo piccolo nucleo di questo museo che verrà ogni anno ampliato e arricchito con la ricostruzione dei vari periodi della vita di Dean Martin”. “Ringrazio l’associazione per i ricchi calendari che ci hanno sempre offerto – ha detto l’assessore Di Iacovo – mi sta molto a cuore la cultura dell’immigrazione, perché tanti abruzzesi hanno esportato e costruito grande cultura in altri paesi partendo dal nostro territorio e valorizzare queste figure è utile per avere un piccolo scatto di orgoglio ed è inoltre un’occasione per approfondirle e capire meglio la cultura dell’immigrazione”. “Stiamo allestendo un progetto – ha aggiunto l’assessore Santavenere – che possa aprire finestre ai pescaresi nel mondo, per ricostruire una rete di virtuosismi e di contatti e ritrovarsi sulle buone pratiche e sulle eccellenze che l’italiano nel mondo ha sempre rappresentato”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *