Pescara, Menozzi parla dell’Ayahuasca il 9 febbraio

Per la prima volta in Abruzzo, grazie a Walter Menozzi, si parlerà dell’AYAHUASCA domenica 9 febbraio a Pescara all’associazione Zoè in via Colle Innamorati 59 dalle 18 alle 20: un’infusione psicoattiva considerata sacra da numerose popolazioni indigene della Foresta Amazzonica. L’interesse magico-religioso e biomedico per le proprietà e i poteri dell’Ayahuasca hanno suscitato nel Novecento il nascere di nuove tradizioni culturali legate al suo utilizzo. La conferenza presenta, con un approccio multidisciplinare, le forme d’utilizzo tradizionali e moderne dell’ayahuasca: l’uso tradizionale indigeno; l’uso mestizo, all’interno del cosiddetto curanderismo, o medicina popolare; l’uso rituale nelle moderne religioni ayahuasqueras (Santo Daime, Barquinha e União do Vegetal). La relazione tocca argomenti propri delle scienze sociali e naturali, del diritto e della storia delle religioni, fornendo un esempio d’alto valore simbolico dei processi d’incontro e di sintesi socioculturale che stanno avvenendo in questo periodo storico, con ripercussioni che coinvolgono tanto il sapere scientifico quanto la riflessione giuridico-istituzionale. Un argomento di estrema attualità soprattutto per quel che riguarda il tema del confronto e fusione tra sistemi culturali “altri” l’uno rispetto all’altro. L’autore del libro, WALTER MENOZZI, entra in contatto in Brasile con l’ayahuasca tramite la religione ayahuasquera del Santo Daime nel 1998. Da allora ha iniziato uno studio approfondito sull’argomento e ritorna regolarmente nella Foresta Amazzonica dove ha già passato vari periodi di diversi mesi. Laureato in Economia e Finanza nel 1999, continua a integrare la professione nell’area economica con i propri studi personali di antropologia, etnobotanica e storia delle religioni. Consulente alle imprese, nel 2005 e 2006 frequenta la Facoltà di Teologia dell’Emilia Romagna per studi di esegesi biblica e storia del cristianesimo.

 

Info e prenotazione:

085 9151193

366 3014436

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *