Pescara, marcia della legalità contro le antenne di San Silvestro

Riprende la protesta dei cittadini che vivono a San Silvestro contro le antenne radio-tv posizionate della zona. Il 28 aprile alle 9.30 si terra’ la “marcia della legalita’”, annunciano: i cittadini raggiungeranno a piedi i luoghi dove sono installati gli impianti tv “abusivi ma intoccabili” e proveranno a smantellarli, “visto che sono abusivi a tutti gli effetti di quelle leggi sinora emanate in materia, ma che a San Silvestro non sono mai arrivate” – dicono gli organizzatori della manifestazione. Poi i residenti si incateneranno ai recinti insieme ai figli e alcuni riprenderanno il digiuno – interrotto tempo fa. La decisione di tornare a protestare scaturisce dal fatto che l’11 aprile l’AGCOM ha riproposto San Silvestro Colle quale sito “idoneo” per ripetitori televisivi. Si tratta, per i cittadini della zona, di un “folle disegno criminoso” che dimostra la volonta’ di “qualcuno” di “condannare i cittadini di San Silvestro Colle a vivere perennemente da cavie umane sotto una cappa elettromagnetica sprigionata dalle migliaia di Watt di potenza di tutti i ripetitori radio-televisivi che vi sono gia’ o che vi si installeranno dopo che San Silvestro verra’ inserito come sito idoneo”. L’auspicio dei cittadini e’ che sindaco e presidente della Regione si attivino, insieme ai parlamentari, per risolvere la questione. L’appello e’ anche a partecipare alla marcia.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *