Pescara, manifestazione contro trivellazioni Ombrina Mare

La vicenda Ombrina Mare, a largo di San Vito Chietino e Rocca San Giovanni, ha riportato al centro della discussione la deriva petrolifera che rischia di travolgere l’Abruzzo in maniera irrimediabile.

Un fronte importante e compatto, costituito da associazioni, comitati, movimenti e organizzazioni di categoria, con l’adesione di tutte le forze politiche, ha deciso di opporre il suo no alle trivelle ed esprimere le sue posizioni nelle scelte di politica energetica e ambientale del nostro Paese.

La manifestazione si terrà a Pescara il 13 aprile prossimo e rappresenta un momento importante anche per la nostra associazione, che è fortemente esposta e impegnata, da anni, a promuovere una nuova strategia energetica compresa la green economy nei suoi comparti: energetico, mobilità, riciclo dei rifiuti, agricoltura biologica e riqualificazione urbana. Settori, questi, che hanno dimostrato un’ottima resistenza alla crisi promuovendo tanta nuova occupazione e investimenti ad alta cantierabilità.

Occorre assolutamente bloccare questo disegno che vede tornare protagonista il petrolio: dobbiamo bloccarlo in quanto esso rappresenta il passato, sapendo che un mondo diverso è possibile, fatto anche di stili di vita sostenibile, solidali ed equi. per costruire una società capace di futuro.

Legambiente Abruzzo sta organizzando un autobus che arrivi a Pescara alle 15,30 (ora dell’appuntamento) di sabato 13 aprile e che faccia tappa a Scerni, Vasto, Atessa, Paglieta e Lanciano e un autobus che tocchi L’Aquila, Sulmona e Scafa. Per informazioni ed adesioni: Francesca Aloisio 3393880704 (L’Aquila), Luzio Nelli 3394630768 e Giuseppe Di Marco 3466366694 (Val di Sangro).

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *