Pescara, l’evento Poesia e Detenzione il 21 gennaio

Evento Poesia e Detenzione martedì 21 gennaio 2014 presso la sala figlia di iorio (palazzo della provincia Pescara) ore 18:00, in collaborazione con la biblioteca provinciale “D’Annunzio”, a cura dell’associazione DONNA CULTURA di Spoltore, presentazione dell’antologia “Alda Merini – A tutte le donne”. Con Veruska Caprarese – presid. ass. DONNA CULTURA, Nicoletta Di Gregorio – vice presid. Fondaz. PESCARABRUZZO. Saluti istituzionali: Fabrizio Rapposelli – vice presid. Prov. di Pescara e assessore alla cultura e biblioteca. Introduce Enzo Fimiani – Dir. biblioteca provinciale. Coordina Licio Di Biase – biblioteca provinciale. Pubblicazione che raccoglie tutte le poesie vincitrici, categoria detenuti, della prima edizione del Premio Nazionale di Poesia “Alda Merini – A tutte le Donne”. L’incontro si concentrerà sul tema “POESIA E DETENZIONE”, testimonianze di un intenso anno di attività culturale nelle carceri. Antologia poetica.

Presentazione di Daniela Quieti – scrittrice. Introduzione di Annamaria Raciti – educatrice Casa Circondariale di Chieti. Prefazione di Massimo Pasqualone – Critico d’arte e filsofo ediz. TRACCE. Il Premio “ALDA MERINI – A tutte le donne” si pone nel contesto culturale italiano, pur ricco di iniziative del genere, con una sua originale caratterizzazione che lo rende un “unicum” nel panorama nazionale. Il Premio infatti non limita la sua attività all’usuale selezione e premiazione dei più meritevoli, ma vuole concorrere a promuovere lo sviluppo e l’integrazione culturale nel territorio pescarese, in particolare di coloro che ne hanno maggiormente bisogno: le giovani generazioni e le realtà di disagio sociale gravanti sul territorio regionale. Il premio speciale “In volo per la Libertà” è riservato ai detenuti delle Case Circondariali dell’Abruzzo, presso la quale sarà anche tenuto, a tal fine, un apposito incontro formativo. Si sottolinea in proposito come questo sia tra i primi progetti di scrittura poetica di respiro nazionale rivolto a persone a rischio di esclusione sociale, avente l’obiettivo di attivare un percorso di ricostruzione e di autostima finalizzato al raggiungimento di più consapevoli equilibri esistenziali. L’incontro si svilupperà anche con l’ausilio di mezzi comunicativi multimediali, stimolando la lettura e la discussione con i detenuti sia in relazione a composizioni scritte da loro stessi che di poesie di grandi poeti, al fine di far emergere gli elementi caratterizzanti le diverse forme poetiche.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *