Pescara, “Le voci sonanti” incontro-performance Antonio Amendola il 30 novembre

Il programma di attività culturali del Florian Teatro Stabile d’Innovazione Florian/FLUSSI Accadimenti Plurimi presenta per il Progetto Odissea promosso da Artisti per il Matta sabato 30 novembre alle ore 17 “Le voci sonanti”, incontro-performance di e con Antonio Amendola, musicista e poeta-sonoro che ha attraversato in oltre trent’anni le connessioni tra voce, scrittura e musica nel rock, la musica etnica, la poesia-sonora e la musica elettronica.

“Le voci sonanti” è un progetto nato intorno alla voce che ogni volta si modifica in relazione all’ambiente in cui si svolge, sia dal punto di vista tecnologico, sia da quello della costruzione dell’accadimento. I materiali vocali partono da testi delle avanguardie storiche per arrivare al trattamento della scrittura attraverso tecniche di montaggio,imitazione,traduzione e improvvisazione.

La voce si muove attraverso tre linee: la poesia-sonora, ambito ormai consolidato per chiunque voglia affrontare la vocalita’ sperimentale, la forma canzone, ovvero la relazione lineare del testo con la musica e le vocalita’ contemporanee, lo specifico di altre tecniche non convenzionali. La voce penetra e invade la scrittura come testo poetico : tessitura ritmica e musicale, vocalità e testualità. La parola, anche quella scritta, viene indagata nella sua matrice sonora.

Con “Le voci sonanti” Antonio Amendola torna a Pescara, al Florian Espace, dove nei primi anni ‘90 è stato uno dei protagonisti del Festival Nazionale di Poesia Versi e Controversi.

L’incontro-performance e’ anche la presentazione di un seminario-laboratorio sull’uso della voce in relazione con la musica e la scrittura che si terrà allo Spazio Matta il 18 e il 19 gennaio prossimi.

Il progetto ODISSEA a cura delle associazioni ed artisti che compongono la rete Artisti per il Matta, si origina dal testo omerico, visto come ricerca dell’oralità, con una tendenza a scoprire quella potenza musicale e seduttiva della voce che la tradizione, a partire da Omero, si è costantemente preoccupata di neutralizzare. Il progetto ODISSEA è anche un approfondimento del tema del viaggio (interiore e geografico), come esperienza soggettiva insostituibile dell’evoluzione dell’essere umano; ed è anche una ricerca della metafora dell’artista e del suo desiderio di una patria/ arte mitica, non necessariamente concreta.

Il progetto ODISSEA è un progetto di studio, approfondimento, evoluzione e creazione artistica che gli artisti condivideranno con il pubblico attraverso incontri, conferenze, laboratori creativi e performances.

Ingresso gratuito.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *