Pescara, le giornate del Fai di Primavera in treno e bici il 21 marzo

Per visitare i luoghi d’arte Fiab Pescarabici promuove l’intermodalità. Sabato 21 marzo questa possibilità si concretizzerà con l’iniziativa di Pescarabici Fiab (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) che ha sollecitato Trenitalia a rendere disponibili un treno regionale con fermata a Manoppello Scalo, in occasione delle Giornate di Primavera del Fai. Da 23 anni, in marzo, il Fondo Ambiente Italiano organizza la Giornate di Primavera, con l’apertura straordinaria al pubblico di centinaia di siti di interesse culturale, artistico e ambientale. Il Fai di Pescara ha scelto Manoppello , e in particolare la piana di Arabona e il centro storico, per celebrare le giornate dell’arte. “Dove l’arte incontra la natura” è lo slogan di questa edizione delle Giornate Fai nel pescarese, per le quali viene proposta una località ricca di testimonianze artistiche, alcune delle quali sconosciute al grande pubblico, e perfino ai pescaresi. Un connubio, quello dell’arte e della natura, che ben si addice allo spirito dei ciclisti aderenti alla Fiab, guidati, nella scelta delle loro ciclo-escursioni, dalla curiosità e dall’interesse verso il paesaggio e l’arte. partecipa anche la Fiab di Pescara alla sola giornata del 21, organizzando una cicloescursione rivolta ai soci, ma aperta alla partecipazione di tutti. Ognuno può raggiungere Manoppello Scalo con i propri mezzi, ma chi volesse partire da Pescara in bici avrà la possibilità di viaggiare in treno. Ci sarà un treno in qualche modo “riservato”a quelli che vorranno scendere a Manoppello. Si tratta di treno regionale diretto a Roma che non prevedeva questa fermata, ma al quale Trenitalia ha fatto aggiungere la sosta alla stazione di Manoppello, predisponendo la dotazione di due carrozze in più dedicate esclusivamente alle bici. “A nostro avviso – afferma Giancarlo Odoardi, presidente di Pescarabici – questa disponibilità riapre anche la vecchia questione relativa al mancato accordo tra Regione Abruzzo e Trenitalia circa la possibilità, non solo in momenti eccezionali o dedicati, di utilizzo gratuito del treno come vettore sostenibile e preferenziale di una mobilità nuova che trova con la bicicletta una sintesi a nostro avviso strategica. Noi stiamo lavorando, insieme alle altre associazioni ciclistiche sparse sul territorio, in questa direzione, e siamo fiduciosi circa una evoluzione positiva delle cose che ci avvicini alle tante e consolidate esperienze europee”. Per chi volesse partecipare alla giornata partendo in bici col treno, pertanto, l’appuntamento è al 1° binario della Stazione Centrale di Pescara, a cui i ciclisti possono accedere prendendo l’ascensore nell’atrio. Il treno è il regionale diretto a Roma delle ore 9,21. Pescarabici raccomanda di arrivare in anticipo per espletare le operazioni di caricamento. Il ritorno a Pescara è previsto alle ore 18,40, ripartendo da Manoppello alle 18,22. Tutti i dettagli relativi all’organizzazione, i tempi, i costi e quant’altro, sono disponibili sul sito www.pescarabici.org. Pur non essendo obbligatorio, l’associazione raccomanda di iscriversi, per meglio gestire gli aspetti organizzativi (biglietti del treno, prenotazione pranzo, assicurazione, ecc.).

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *