Pescara, “L’arte è una caramella” in scena allo Spazio Matta il 29 marzo

Il programma di attività culturali del Florian Teatro Stabile d’Innovazione Florian/FLUSSI Accadimenti Plurimi prosegue con un raffinato spettacolo che debutterà domenica 30 marzo in Prima Nazionale proprio allo Spazio Matta, firmato da un artista colto e poliedrico, Gian Marco Montesano: “L’Arte è una caramella”, monologo teatrale di e con Carlo Vanoni, collaborazione alla drammaturgia Luca Berta e Gian Marco Montesano; voci fuori-campo Giulia Basel, Massimo Vellaccio, Umberto Marchesani, Marcella Brunetti,  Luigia Tamburro; disegno luci e video Andrea Micaroni. Al termine dello spettacolo si terrà un incontro con la compagnia condotto dallo studioso di teatro Paolo Verlengia. L’argomento de “L’arte è una caramella” sono i “grandi misteri” dell’arte contemporanea: Che rapporto c’è tra Raffaello e il “taglio” di Fontana? Perché “l’orinatoio” di Marcel Duchamp è considerato una scultura? Come possono dialogare Leonardo da Vinci e Andy Warhol? Un’ora e mezza di parole, immagini, musica eseguita dal vivo, in un monologo (noi preferiamo definirlo “a solo”) che da Monna Lisa all’Olympia di Manet, dal letto di Van Gogh fino alle opere dei giorni nostri vuole dimostrare che l’arte è sempre contemporanea. L’Arte è una caramella”, in definitiva, costituisce una sorta di performance per “attore atipico” al quale sono richieste capacità interpretative molto allargate: consapevolezza critica circa l’argomento specifico (Storia dell’Arte e Arte Contemporanea), esecuzione musicale (pianoforte e chitarra), gestione, durante l’azione, della tecnologia necessaria e capacità interpretative riferibili al “Monologo”.

Proprio per le sue peculiarità il progetto si avvale della collaborazione di alcune importanti Gallerie d’Arte Contemporanea quali: Galleria Poleschi Arte Contemporanea, Lucca; Galleria Atlantica, Vicenza; Galleria Cesare Manzo, Pescara. Dall’incontro tra Gian Marco Montesano, artista tra i più affermati delle arti visive contemporanee, nonché regista e autore, cofondatore del Florian, e Carlo Vanoni da più di vent’anni impegnato in vari ruoli nelle arti contemporanee per rendere i linguaggi contemporanei accessibili a tutti, nasce “L’arte è una caramella”. Per il Florian si tratta in qualche modo di un ritorno alle origini perché proprio tra teatro e arti visive si colloca l’ambito dei suoi primi lavori, tra performance e teatro, tra luoghi dell’arte e spazi teatrali più o meno anomali o tradizionali, ma sempre reinterpretati alla luce dei linguaggi dell’installazione più che della scenografia. Partendo dalla constatazione che l’arte contemporanea risulta incomprensibile, quando non addirittura sospetta, la ragione che muove lo spettacolo consiste nel restituire dignità a linguaggi apparentemente ostici e/o astrusi. Utilizzando le possibilità espressive del teatro, lo spettacolo si avvale di mezzi tecnologici, di competenza critica e soprattutto delle forti capacità di coinvolgimento emotivo, proprie del monologo teatrale. Lo spettacolo sarà preceduto il 28 marzo alle 18 dalla presentazione della mostra “Anteprima-il giovane Montesano”  presso la Galleria Cesare Manzo di via Umbria. Delle varie tappe del lavoro verrà realizzato un video a cura di Studio 54. L’ingresso allo spettacolo prevede un biglietto di Euro 10 per l’intero, Euro 8 per il ridotto, Euro 6 ridotto speciale per gli artisti e gli allievi di scuole di teatro e d’arte. Si consiglia vivamente la prenotazione ai numeri: 085/4224087-085/4225129- 393/9350933.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *