Pescara, “La memoria e la presenza”: mostra di Elio Di Blasio dal 21 dicembre al 18 gennaio

Nella mattinata di oggi è stata presentata la mostra Elio Di Blasio: 2004-2014. La memoria e la presenza, un omaggio a 10 anni dalla scomparsa del maestro che sarà ospitato dal Museo Vittoria Colonna dal 21 dicembre al 18 gennaio 2015.

Alla conferenza ha partecipato anche la figlia Alessandra Di Blasio, insieme all’assessore alla Cultura Giovanni Di Iacovo e i curatori della mostra Raffaella Cascella e Antonio Zimarino.

“Con la mostra di Di Blasio restituiamo al Museo Colonna la sua naturale vocazione di luogo dell’arte contemporanea – così l’assessore Di Iacovo – ogni luogo della città deve avere la sua identità e lo ritroverà attraverso grandi e prestigiosi nomi della nostro territorio, come quello di Di Blasio, che ci fa comprendere quale grande humus culturale appartiene a Pescara. Ho avuto modo di conoscere Elio Di Blasio e al di là del lato umano, questa città ha bisogno di toccare con mano la sua storia artistica e il grande talento di cui era espressione”.

“Artista completo, politicamente impegnato in nome della cultura a tutto campo, rappresentava la partecipazione attiva del cittadino in nome della cultura – aggiungono la curatrice della mostra,Raffaella Cascella e il critico d’arte Antonio Zimarino – Memoria e presenza non è solo ricordo, ma proposta, inizio della ricerca per la cultura. La mostra percorre tutto il suo cammino, ci sono foto, opere e anche video, insieme ad un pugno di eventi anche dedicati alle scuole, perché da formatore era un aspetto importante diffondere la sua opera anche nelle scuole cittadine. Ha formato generazioni di artisti, fra cui anche Ettore Spalletti ed è stato un nome importante come esperienza dell’arte contemporanea a Pescara e in tutta l’area centro adriatica”.

Una mostra resa possibile da un cordone di amici, allievi, estimatori del maestro: da Paolo Dell’Elce, Albano Paolinelli, Cecilia Falasca, Ottavio Perpetua, Marco Di Blasio. Sulla pagina Facebook dedicata è possibile anche lasciare un ricordo di lui, aneddoti che diventeranno, annunciano i curatori, un prosieguo del tributo e di tutti i suoi contenuti.

“E importante ricordare papà a dieci anni – sottolinea la figlia Alessandra Di Blasio – e credo che, realizzando la mostra, abbiamo colto il pensiero dei tanti che mi hanno chiesto di fare qualcosa su mio padre e la sua storia. La strada della memoria, perché mio padre ne aveva un gran rispetto: memoria della famiglia, della sua terra, della cultura da cui proveniva. La presenza, perché è importante mantenere la presenza e non dimenticare: è importante ricordarlo per la sua arte, ma lo è anche per la sua umanità”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *