Pescara Jazz, protagonisti Al Jarreau e Simona Molinari il 22 luglio

Martedì 22 luglio 2014, Pescara Jazz presenta un doppio set dedicato alla voce nel jazz. Nella prima parte della serata il palco del Teatro D’Annunzio ospiterà l’anteprima assoluta di Loving Ella Fitzgerald, il nuovo progetto di Simona Molinari. A seguire, il ritorno al festival di un grande interprete come Al Jarreau. Il biglietto di ingresso al Teatro D’Annunzio costa 35 euro per il settore numerato e 25 euro per la gradinata non numerata. Il concerto avrà inizio alle 21.30. Loving Ella Fitzgerald è un progetto che Simona Molinari ha voluto regalare prima che al pubblico, innanzitutto a se stessa. Ella, una delle grandi regine del jazz, è sicuramente l’artista che ha più influenzato gli studi e la formazione della cantautrice. Il concerto si articolerà in un viaggio narrativo in cui Simona Molinari porterà in scena le canzoni che hanno caratterizzato la carriera della cantante e alcuni aneddoti biografici della sua controversa vita privata. A completare questo racconto, verranno inserite alcune perle meno conosciute riviste in una chiave inedita che il grande pubblico potrà esplorare per la prima volta. Simona Molinari fin da piccola si appassiona ai vecchi musical americani e inizia a studiare canto all’età di otto anni. A sedici comincia a specializzarsi nella musica jazz e a studiare canto moderno, improvvisazione e vocalità afro-americana. In seguito approda alla musica classica, conseguendo gli studi nel conservatorio di L’Aquila, sua città d’adozione. Nel corso degli anni, Simona Molinari ha collaborato e duettato con artisti di fama mondiale tra i quali Gilberto Gil, Peter Cincotti, Andrea Bocelli, Danny Diaz, Stefano Di Battista, Fabrizio Bosso, Renzo Arbore, Franco Cerri, Ornella Vanoni, Dado Moroni e Roberto Gatto e ha avuto la possibilità di esibirsi con il proprio spettacolo nei jazz club più importanti del mondo come il Blue Note di New York, Teatro Estrada di Mosca, Blue Note di Tokyo, Grappa’s Cellar di Hong Kong, Brown Sugar di Shanghai ed ancora altri club e teatri in tutto il mondo. In Italia è nota al grande pubblico per le sue partecipazioni al Festival di Sanremo, nel 2009 e nel 2013. Si è esibita nelle più importanti rassegne musicali italiane come Umbria Jazz e Pescara Jazz e ricevuti riconoscimenti come il Premio Lunezia Jazz d’Autore, Premio Mogol, Premio Carosone, Premio Tenco. Tra le attività recenti ricordiamo la partecipazione nel ruolo di Maddalena in Jesus Christ Superstar. Lo stile vocale di Al Jarreau è unico al mondo: è uno degli artisti più interessanti e acclamati dalla critica del nostro tempo, vincitore di ben sette Grammy Awards, decine e decine di premi e altri riconoscimenti musicali internazionali. E, dopo trenta anni di carriera, è senza dubbio uno dei più grandi e innovativi interpreti che il panorama musicale mondiale abbia mai conosciuto. Time Magazine lo ha definito “il più grande cantante jazz vivente” e la sua recente raccolta di successi – dal titolo The Very Best Of Al Jarreau: An Excellent Adventure – mostra perfettamente le ragioni di questa definizione. Al Jarreau continua regolarmente le sue tournée in tutto il mondo, accompagnato dal suo sestetto e prosegue la sua attività in studio di registrazione per produrre nuova musica. Nato a Milwaukee e trasferitosi a San Francisco per iniziare la carriera come consulente psicologico riabilitativo, proprio in  California, il suo talento musicale inizia a prendere forma. Dalla fine degli anni ’60 diventa sempre più forte la consapevolezza che cantare sarà il mestiere della sua vita. Nel 1975, incide We Got By, album di debutto per la Warner Bros, che in breve tempo riceve positiva accoglienza dalla critica e fa conoscere Jarreau al grande pubblico del jazz americano: da quel momento è un susseguirsi di successi e riconoscimenti internazionali. Definito “la voce della versatilità” dal Chicago Tribune e “una delle più grandi risorse naturali del mondo” dal Detroit News, Jarreau ha ricevuto nel marzo 2001 la sua stella sulla “Hollywood Walk of Fame”, consolidando così ancora di più la sua grande popolarità e fama di migliore cantante della sua generazione.  Pescara Jazz prosegue, giovedì 24 luglio, con il concerto di Yann Tiersen in programma al Teatro D’Annunzio.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *