Pescara, inaugurazione mostra fotografica “Paesaggi Attesi” il 6 dicembre

Il 6 dicembre alle ore 19,00 Spazio Di Paolo presenta la mostra Passaggi Attesi, una selezione di opere della fotografa Umberta Genta, a cura di Arianna Rosica e Damiano Gullì, realizzate fra l’Italia, Parigi, il Marocco e Los Angeles, in dialogo con l’inedito lavoro sonoro site-specific ideato dall’artista Igor Muroni. Per Umberta Genta la fotografia è sempre legata a momenti narrativi del tutto personali. Nelle fotografie scattate durante i suoi viaggi, Umberta manifesta sempre un forte interesse per “le vite degli altri”, abitudini e quotidianità. Cerca di catturare interni avvolti da un che di misterioso e di lontano, di privato. Ma anche spazi in cui l’azione si è appena conclusa o sta per svolgersi. Cercare presenze nell’assenza. Ma non si tratta di spiare. È una curiosità che si tiene sempre ai margini, in bilico fra la completa e attiva partecipazione, e condivisione, e la pura contemplazione. È l’attesa di catturare dei passaggi (da una situazione a un’altra, da una realtà a un’altra), di catturare il divenire.

Si dispiega così una sequenza di immagini affascinanti e non facilmente decifrabili. Le atmosfere sono sospese, come congelate in un preciso hic et nunc al contempo aperto a plurime interpretazioni e letture.

I reportages di Umberta non forniscono risposte certe ma insinuano dubbi. Cosa significano, quindi, una casa di Los Angeles sbarrata da un albero (dove misteriosamente “appaiono” le gambe di una donna che si prepara a uscire per andare verso una destinazione ignota), un ambiguo autoritratto dell’autrice che dalla sua casa guarda l’esterno (il rumore di fuori e il silenzio dentro), i ritratti di persone che condividono un’esperienza, si perdono nel frastuono delle strade e non arrivano mai a comprendersi? Umberta Genta fornisce degli indizi, delle suggestioni. Tratteggia storie silenziose, minimali, poetiche, con un continuo spostamento dentro e fuori la camera, intesa come interno domestico ma anche, metaforicamente, come macchina fotografica, profondo amore dell’artista. Dopo la personale di Cesare Cicardini, con questa mostra Spazio Di Paolo porta avanti il progetto di promozione e valorizzazione della giovane fotografia contemporanea per avvicinare un pubblico più ampio e trasversale in una città ricca di energie e potenzialità come Pescara dalla lunga e consolidata tradizione di artisti, gallerie e collezionisti.

In collaborazione coi fotografi coinvolti la galleria produrrà una tiratura speciale di un portfolio di 5 fotografie.

Orari apertura al pubblico:

Dal 6 dicembre 2013 al 28 febbraio 2014

Venerdi e Sabato su appuntamento dalle 16:00 alle 19:00

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *