Pescara, I Solisti dell’Officina Musicale al Matta il 28 febbraio

IL 28 febbraio, alle 21 presso il Matta, via Gran Sasso 15, i Solisti dell’ Officina Musicale (Giampio Mastrangelo al flauto, Daniele Orlando al violino e Paolo Castellitto alla viola) eseguiranno: la Serenata di Beethoven op. 25 per flauto, violino e viola, opera giovanile ispirata da Mozart e Haydn, allegra e spensierata pur se già a tratti comunque rivelatrice dell’animo tumultuoso e rivoluzionario del Maestro di Bonn; Syrinx, di Claude Debussy, per flauto solo, ispirata al dio Pan, opera scritta nel 1913; Density, di Edgar Varese, per flauto solo, del 1936, che trae il suo nome dalla densità del platino, metallo con il quale era stato costruito lo strumento del dedicatario, brano di enorme successo e fra i più eseguiti da innumerevoli flautisti nel mondo; tre prime esecuzioni del M° Diego Conti: Altri giorni altri occhi, per viola sola, che muove I suoi passi da una musica molto antica ma vista con lo sguardo di un abitante del 21esimo secolo; Città invisibili, per violino e viola, nella quale sono tradotte in suoni tre delle città immaginarie fra quelle descritte da Italo Calvino nel libro “Le città invisibili; Aria, per flauto solo, con un titolo dalla doppia valenza, nascendo il brano da un soffio, dall’aria appunto, e sviluppandosi come un’ aria in senso più strettamente musicale.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *