Pescara, giovedì culturale alla Locanda del Rigattiere

“Difficile è la promozione dell’arte, specie in un paese in continua sofferenza dove i giovani vengono pilotati da abili menti e consumismo sfrenato, dove l’assedio da parte di spietati multinazionali avanza senza sosta marciando anche su quella fetta di popolazione attivata a recepire segnali deboli ma pur sempre costanti. Pensate però se questi segnali si spegnessero del tutto. Il buio. Noi, insieme a tanti altri piccoli focolai fatti di gente che vive ancora dell’odore dei libri, del profumo di legna che arde nel camino, di sguardi e rossori in viso, di brividi e contaminazione di emozioni siamo qui a tenerli vivi. La Locanda del Rigattiere si spinge oltre il solito tran tran e vuole fare da ponte di comunicazione tra chi ama l’Arte e chi la cerca, tra chi promuove i propri lavori e chi è pronto ad assaporarne il succo. Questo è e sarà possibile solo grazie a voi che vi scalderete l’anima con le nostre iniziative, che vi innamorate di qualcosa di diverso dal solito. Voi che siete il veicolo migliore per fare di questo tempo un gran bel tempo. Non lasciate mai spegnere le vostre scintille e i vostri segnali, perché voi tutti siete esseri meravigliosi” A.Masciulli

La Locanda del Rigattiere via A.di Vestea Pescara ha l’onore di ospitare la presentazione del romanzo
“La mia vita in un istante” di Roberto Finore

presenta la serata Alessio Masciulli

La storia ruota intorno a Max, avvenente architetto e la sua compagna Ann. Un giorno ricompare Rebecca, l’ex moglie di Max.
Egli si rifiuta di parlarle e, trascinato dal turbamento, Max avrà un violento incidente in moto e, come in un flashback, rivivrà i momenti più importanti della sua vita con le due donne, un istante prima dell’impatto.
Cosa mai può celarsi dietro al rancore di un uomo una volta tanto innamorato? Cosa spinge Max verso una rabbia che dietro di sé lascia solo macerie? Che segreto è celato dalle onde che si rifrangono lungo la scogliera del Falco?
Lo scopriremo insieme. Un libro da leggere tutto d’un fiato.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *