Pescara, “Giornata europea dello sport integrato” il 23 maggio

Anche Pescara si prepara a celebrare la “Giornata europea dello sport integrato”, in programma sabato 23 maggio al Palasport Giovanni Paolo II. L’evento, promosso dall’Unione Europea e organizzata in Italia da Csen (Centro sportivo educativo nazionale), con il patrocinio della Provincia di Pescara, è stato illustrato, questa mattina, dal presidente Regionale Csen Abruzzo, Ugo Salines, dal presidente della Provincia di Pescara, Antonio Di Marco e dal referente del progetto regionale, Agostino Toppi. Presenti anche Simone D’Alfonso, vicesindaco di Lettomanoppello (Pescara), che ha patrocinato la manifestazione, e l’assessore Morena Mancini. L’iniziativa, che ha l’obiettivo di promuovere lo sport integrato come elemento di inclusione sociale delle persone con disabilità e di favorire un piano di educazione all’accoglienza e all’integrazione attraverso la pratica sportiva, si svolgerà in contemporanea in 12 città italiane (Aosta, Assisi, Brindisi, Grosseto, Messina, Monza, Pescara, Roma, Rossano Calabro, Sassari, Torino e Udine), e coinvolgerà 5320 atleti e campioni disabili e non disabili italiani ed europei. La giornata prenderà il via alle 10 con il saluto di apertura da parte delle autorità. La mattinata sarà poi dedicata a dimostrazioni di sport integrato, mentre nel pomeriggio spazio alla vera competizione. Alle 18 è prevista la cerimonia di premiazione di tutti i partecipanti. “Le discipline sportive previste sono 12 – hanno spiegato Di Marco e Toppi -. Per Pescara le discipline scelte sono il karate integrato e la scherma e la nostra provincia ospiterà quattro delegazioni europee provenienti rispettivamente da Spagna, Portogallo, Bulgaria e Romania. Le gare competitive, individuali e a squadre, hanno la caratteristica di far gareggiare insieme atleti disabili e non disabili e alla conclusione stilare una classifica integrata per ogni disciplina sportiva”. “Sarà una giornata speciale e ci auguriamo molto partecipata – ha aggiunto Di Marco -. Un’opportunità per la provincia di Pescara e un momento di riflessione e crescita per tutti”.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *