Pescara, Giochi del Mediterraneo sulla spiaggia: la prima edizione nel 2015

“Pescara capitale dello sport non è più uno slogan. Dopo i Giochi del Mediterraneo del 2009 il capoluogo adriatico ospiterà, nel 2015, la prima edizione dei Mediterranean Beach Games, evento che abbraccia dieci discipline. Un grande onore per questa città, la sua provincia e l’intera regione perché si tratta davvero di una sorta di incoronazione per l’Abruzzo, considerato che la nostra avversaria era Marsiglia e siamo riusciti a sbaragliarla. L’Assemblea del CIJM ha preferito Pescara, che ha già superato brillantemente la prova del Giochi del 2009 e di certo affronterà a testa alta anche questo appuntamento di assoluto rilievo”. E’ il commento del presidente della Provincia di Pescara Guerino Testa, che sottolinea alcuni aspetti di questa “eccezionale affermazione”. “In un’epoca di enormi difficoltà, tanto per i cittadini quanto per le pubbliche amministrazioni italiane, notizie come queste sono accolte davvero con il massimo dell’esultanza. Perché un evento del genere vuol dire molto per la nostra economia e porterà con sé una ventata di ottimismo perché avrà di certo ricadute positive sul fronte delle opere pubbliche, del tursimo e del lavoro. Non deve spaventare il fatto che si tratti della prima edizione, anzi deve essere uno stimolo a rendere questo appuntamento davvero indimenticabile”. Un plauso “sentito e doveroso” va al Comune e al sindaco Luigi Albore Mascia che “ha creduto in questa sfida, sapendo che la città avrebbe potuto vincerla, e si è adoperato per raggiungere il risultato. E un ringraziamento a tutti coloro che oggi, in Turchia, hanno votato per Pescara, credendo in questo territorio”. “Nel 2015 – aggiunge l’assessore al Turismo e allo Sport Aurelio Cilli – vivremo un’altra straordinaria avventura come è accaduto nel 2009 e, considerato il lavoro già fatto negli anni scorsi per il Giochi del Mediterraneo, non ci faremo trovare impreparati. Servirà da subito un grande gioco di squadra che ci consenta davvero di volare alto, dimostrando ancora una volta che questo territorio è assolutamente competitivo e non ha nulla da inviare ad altre località”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *