Pescara, FlorianFlussi: “Avrebbe un po’ di tempo?” in scena il 15 e 16 giugno

Umberto marchesani, in una foto di S. Mazzotta

Il programma di attività culturali del Florian Teatro Stabile d’Innovazione Florian/Flussi Accadimenti Plurimi propone i nuovi appuntamenti del programma di giugno 2013 con la direzione artistica Giulia Basel.

Sabato 15 e domenica 16 giugno andrà in scena alle ore 21 al Florian Espace il saggio-spettacolo dell’Atelier Espace, il laboratorio per giovani e adulti del Florian condotto da Umberto Marchesani e che vedrà gli allievi Marcella Brunetti, Luigia Tamburro, Simone Papponetti, Roberta D’Antonio, il piccolo Luca Carabello, con la partecipazione di massimo Leone, affiancati da due attori della compagnia del Florian, Emanuela D’Agostino e Oscar Strizzi. Lo spettacolo, dal titolo “Avrebbe un po’ di tempo?”, propone alcune scene da Karl Valentin, esponente di spicco del cabaret tedesco, attore comico di innovazione, tanto da divenire in breve tempo un punto di riferimento per artisti come il drammaturgo e teorico del teatro tedesco Bertolt Brecht. Scrisse numerosi sketch comici. Il suo humour, talvolta dadaista, è strettamente legato alla lingua e alla mentalità bavarese monacense. Umberto Marchesani, attore stabile della Compagnia Florian, responsabile dell’Atelier Espace e coordinatore a Pescara del progetto “10 Teatri x 33Autori”, è stato anche recentemente apprezzato come interprete e regista nell’esilarante spettacolo “Le stanze di Cechov”. Suo è l’adattamento e la regia del saggio – spettacolo proposto, conclusivo di un percorso laboratoriale iniziato nel mese di ottobre 2012 e focalizzato sulla recitazione, sulla dizione e la lettura espressiva, lo studio e la caratterizzazione del personaggio, improvvisazione, narrazione, dinamica del movimento; le luci sono a cura di Renato Barattucci.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *