Pescara, Flaiano in piazza: proiezione di “Sedotta e abbandonata” il 18 luglio

Venerdi 18 luglio piazza Marino Di Resta – Pescara il Flaiano in piazza

‘Sedotta e abbandonata’ di  Pietro Germi con Stefania Sandrelli e Lando Buzzanca. Anche quest’anno il Presidente della Repubblica ha voluto inviare, quale riconoscimento dell’alto contenuto culturale dei Premi Flaiano, una targa in bronzo con un’incisione che fa riferimento alla 41^ edizione.

Il Ministero dei Beni Culturali, come avviene ormai da alcuni decenni, riconosce il Flaiano quale “manifestazione di interesse nazionale”.

L’internazionalità della manifestazione abruzzese è confermata invece quest’anno dalla presenza del regista ungherese Istvan Szabo che riceverà domenica sera il Premio Flaiano alla carriera.

Prosegue intanto con crescente successo il Flaiano in piazza. Ieri sera al Parco Florida gente seduta anche sul prato per l’esaurimento dei posti. Questa sera e domani l’appuntamento è alle  ore 21,00  in una piazza all’estremo sud di Pescara, nella grande Piazza Marino Di Resta dove verrà proposto il film di Pietro Germi, “Sedotta e abbandonata”: caustica e cinica satira della Sicilia bigotta e “d’onore”, in cui una giovane ragazza, viene deflorata dal futuro sposo della sorella! Scoppia un putiferio, soprattutto quando la giovane denuncia il fatto alla polizia, mettendo questa storia sulla bocca di tutti, cosa che entrambi le famiglie, in particolar modo il sanguigno padre di lei, non digeriscono. Così, dopo sotterfugi e falsi rapimenti, la ragazza sarà vittima suo malgrado di un matrimonio riparatore, quanto per evitare la galera all’uomo tanto per mettere a tacere la gente! Cosa non si fa per l’onore… Il film ironizza in modo più che sardonico su quella Sicilia in cui salvare il cosiddetto “onore” è di importanza vitale, in cui sono le apparenze quelle che contano (memorabile la scena in cui il padre della ragazza costringe tutta la famiglia, appena usciti dal commissariato, a ridere per far credere alla gente che si era trattato di un malinteso), e le donne hanno l’importanza di un soprammobile. Sicilia questa che all’epoca di Germi esisteva ancora e che oggi non è del tutto scomparsa. Incantevolmente dimessa la Sandrelli e prepotentemente sanguigno il grande Saro Urzì (nella parte del padre della ragazza). Germi non è mai stato così pungente e sferzante, con un stile poi da lasciar a bocca aperta. Un capolavoro della “commedia all’italiana”.

La rassegna in piazza di questo lungo festival cinematografico iniziato il 27 giugno all’Arca si concluderà sabato 19 luglio in Piazza Della Rinascita con un doveroso omaggio a Massimo Troisi del quale sarà proiettato”Ricomincio da tre”. Domenica 20 cerimonia di premiazione sempre in Piazza della Rinascita alle ore 20,30.

Ingresso libero.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *