Pescara, Corpografie: serata dedicata al teatro-danza internazionale il 7 dicembre

Per gli appassionati di teatro, di danza e di cultura sarà certamente un appuntamento eccezionale quello che si terrà al Matta di Pescara (via Gran Sasso), questa domenica 7 dicembre a partire dalle 19,00 due spettacoli porteranno il teatro-danza internazionale nella nostra città.

Tutto accadrà durante la serata di chiusura del festival Corpografie, che nasce come progetto di rete per la creazione di residenze artistiche e l’ideazione di spettacoli di danza contemporanea in Abruzzo e in Lazio, ideato dal gruppo E-Moticon, coordinato dallo storico Gruppo Alhena di Pescara e promosso dalla rete Artisti per il Matta. 

Si partirà alle 19:00 con lo spettacolo di teatro-danza “Esposta” della compagnia Atacama di Roma, di Patrizia Cavola e Ivan Truol con Valeria Baresi, Anna Basti, Valeria Loprieno: “E’ uno spettacolo il cui tema è la forza e la fragilità, il coraggio e la paura – si legge nelle note di regia – L’interesse è nello scoprire come queste due qualità, questi due stati siano spesso indissolubilmente legati, coesistenti”.

Una lunga lista di collaborazioni eccellenti (tra gli altri l’attrice Patrizia Hartman) rende bene lo spessore del lavoro. La compagnia Atacama, certamente tra le più conosciute in Italia, ha come indirizzo della sua ricerca quello della costruzione di un teatro fisico, che si situa in una zona di confine, multidisciplinare, dove il movimento e la danza, l’espressione vocale, il testo, la musica e quale altra forma artistica si riveli necessaria durante la creazione, interagiscono e si integrano. L’interesse è per la commistione dei linguaggi. Il lavoro di creazione è indissolubilmente legato alla elaborazione di un personale codice coreografico, stile di danza e poetica espressiva.

Al termine dello spettacolo e dopo un breve aperitivo per il pubblico presente, ci sarà ancora spazio per la danza. Alle 21:00 sarà presentato il film “Le phantôme du Chateau” diretto e realizzato dall’artista Mic con musiche di Globster ed interpretato dalla splendida danzatrice e coreografa Ketty Noel.

Dopo aver debuttato al festival MonferrArti 2014 ed essere stato proiettato durante il festival Dense Bamako Dense, in Mali (Africa), il film arriva a Corpografie per parlare di danza attraverso la danza: “Il lavoro nasce durante la residenza artistica Monferrarti 2013 – racconta Mic – C’è un castello. Degli artisti. Un fantasma. Saranno questi gli escamotage per esplorare i meandri della originalità creativa e i luoghi dell’essere. Il film nasce solo come soggetto tout court, senza sceneggiatura. Il filo narrativo è scarno. È un pretesto. Una boutade. Eppure il fantasma renderà giustizia alla sua storia ed attuerà la sua vendetta”.

L’ingresso alla serata ha un costo di 8 euro. Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare i seguenti numeri: 380 3322179 – 393 9271793 – 085 4224087.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *