Pescara, concerto tributo a Johnny Cash l’8 novembre

Il cuore dell’uomo, la sua sete di infinito, la possibilità di ricominciare, specie se nella vita ci si è illusi di poter ridurre quel desiderio a donne, droga, soldi. Il re del country rock Johnny Cash, riproposto dalla giovane band pescarese Highway 61, sarà il protagonista della serata “Tribute Johnny Cash” in programma venerdì 8 novembre alle 19.00 presso la casa circondariale di Pescara.

L’evento nasce dalla sinergia tra il penitenziario del capoluogo adriatico, le associazioni La Stella del Mare, la Fondazione Santa Caterina, il Centro Servizi per il Volontariato di Pescara e Innocent Smith (giovane realtà che presenterà al pubblico le sue attività venerdì 16 novembre alle ore 18.00 presso la scuola Domus Mariae in via Manzoni a Pescara), impegnati in attività di crescita e animazione per la comunità carceraria.

I ragazzi di Highway 61 proporranno ai detenuti un percorso di canzoni e letture dell’artista americano scomparso nel 2003, che fu protagonista dello storico concerto nella Folsom Prison in California, certo com’era di essere compreso soprattutto dagli ultimi. Insieme alla band, alcuni lettori d’eccezione: i detenuti stessi che racconteranno la vicenda umana di Cash e le traduzioni delle canzoni.

“Nella vita – dicono i promotori – è possibile ricominciare sempre. Cash lo ha dimostrato: aveva tutto, donne, soldi, droga, ma non aveva l’essenziale. Proprio per questo, non si è mai arreso, e ha sempre riniziato a cercare qualcosa di più grande”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *