Pescara, “Cani e gatti” di De Filippo al teatro Circus il 21 e 22 gennaio

Riprende, dopo la pausa festiva, la 48ª Stagione Teatrale 2013/2014 della Società del Teatro e della Musica con il gradito ritorno a Pescara di uno dei beniamini del pubblico teatrale, LUIGI DE FILIPPO, personalità tra le più rappresentative ed autorevoli del teatro napoletano, che porta in scena un classico indiscusso della commedia partenopea: CANI E GATTI (Marito e moglie) di Eduardo Scarpetta. Insiema a lui un cast di 14 attori. Riduzione e regia dello stesso De Filippo.

Calendario degli spettacoli:

TEATRO CIRCUS

Martedi 21 gennaio – ore 21

Mercoledi 22 gennaio – ore 17 e ore 21

Autentica macchina per ridere, Cani e gatti (marito e moglie) è un classico indiscusso della commedia partenopea. Sorprendentemente attuale dopo più di un secolo, ritrova protagonista Luigi De Filippo, personalità tra le più autorevoli del teatro napoletano. Scritta da Eduardo Scarpetta nel 1901, la commedia andò in scena l’ultima volta a Roma al Teatro Eliseo nel 1970 in un adattamento di Eduardo De Filippo, che la ridusse da tre a due atti. La versione cinematografica del 1952 ebbe protagonista Titina De Filippo a fianco di Umberto Spadaro. Come già Eduardo più di quarant’anni fa, Luigi De Filippo è un protagonista di eccezionale misura comica e la sua riduzione, adatta ai gusti contemporanei con tempi comici più serrati, conserva la verve del nonno Scarpetta. Il fresco matrimonio di Ninetta e Ciccillo è turbato dall’eccessiva gelosia di lei, che logora senza tregua il rapporto creando in casa un’atmosfera di continua tensione. Intervengono i genitori di Ninetta, Don Salvatore e Rosina, che decidono di fingersi “cani e gatti”, per dimostrare come un’incessante litigiosità mini alle fondamenta le basi del matrimonio, che dovrebbero invece posare su un solido strato di armonia e serenità. Nel gioco a quattro, tra equivoci e risse verbali vere o fasulle, si inseriscono gli altri personaggi, caricature di spiccata vivacità partenopea. Nel finale dello spettacolo, il protagonista si rivolge al pubblico con una battuta che chiarisce l’origine di tutte le incomprensioni coniugali: “La donna sposa l’uomo sperando che cambi, però l’uomo in realtà non cambia; al contrario, l’uomo sposa la donna sperando che non cambi, e invece la donna cambia, eccome!”.

Segnaliamo il prossimo appuntamento della Stagione:

Teatro Circus: 29 gennaio – ore 21 // 30 gennaio – ore 17 e 21

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA di Garinei e Giovannini

Compagnia dell’Alba

 

(Spettacolo programmato per il 3 e 4 dicembre e rinviato per le cattive condizioni atmosferiche di quei giorni.

Abbonamenti e biglietti acquistati per quelle repliche restano validi per le nuove date) .

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *