Pescara, calcio a 5: i delfini contro il Real Rieti

Nell’ultima scena di vecchio e ormai dimenticato film anni ’50, il cui titolo suonava sinistramente “L’ultima spiaggia”, campeggiava, in una piazza desolatamente deserta e priva di qualsiasi segno di vita a causa di un fall out che aveva cancellato il genere umano dalla faccia della terra, uno striscione, scosso dal vento, con la scritta “C’è ancora speranza”. Non vorremmo che similmente, per i delfini, la speranza, rivelatasi sempre più vana, settimana dopo settimana, di invertire la rotta e ripartire, sia già bella e defunta. Dopo la “fatal Verona”, dove i biancazzurri sono stati irretiti da una squadra composta in larga parte da under, sono stati banditi proclami di qualsiasi tipo. Per la dirigenza, dimostratisi fino a questo punto sempre paziente e disponibile, la misura è colma. La società è abbottonatissima ma il suo silenzio si riverbera ancor più minaccioso di qualsiasi comprensibile sfogo sanzionatorio.
Il turno infrasettimale di mercoledì sera contro i reatini rappresenta pertanto, fuori da ogni immagine retorica, l’ultima spiaggia, lo spartiacque tra la rincorsa ai playoff e il naufragio dei playout. Il destino, che quando ci si mette sa essere cinico e farsi beffe delle umane sciagure, vuole che l’avversario stia attraversando gli stessi marosi dei pescaresi. Sabato scorso i pontini hanno pareggiato in casa con il modesto Venezia e, facendo così, provocato l’ira funesta del Presidente Pietropaoli che con piglio bellicoso ha messo subito alla porta i giocatori Menini e Jubanski, rei di scarso attaccamento alla maglia. Trattasi quindi di vero e proprio spareggio, vivere o morire.
Fatta eccezione per Bruno, tutti gli uomini di Patriarca sono a disposizione. Cellini resterà quasi sicuramente tra i pali mentre la scelta di quelli che andranno in tribuna potrebbe anche suscitare qualche sorpresa. Va da sé che si spera nell’ennesimo generoso aiuto dei supporters biancazzurri e che il PalaRigopiano, domani sera, alle ore 20.00, sia come al solito gremito e come sempre pronto a sostenere a gran voce la squadra. Arbitreranno Filippo Vidotto di San Donà di Piave e Gianantonio Leonforte di Vicenza e vista l’importanza della posta in palio non avranno di certo un compito facile. Per chi perde non c’è domani!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *