Pescara, arrivo Fiaccola della pace per commemorazione del centenario Grande Guerra il 20 maggio

Arriva domani, alle 10, a Pescara, la Fiaccola della pace, tappa abruzzese del cammino per l’Italia della fiaccola legata alla commemorazione del centenario dell’ingresso dell’Italia nella Prima Guerra Mondiale. L’iniziativa “L’Esercito marciava” è stata illustrata, questa mattina, a Pescara, dal generale Rino De Vito, a capo del Comando Militare dell’Esercito in Abruzzo, dal sindaco Marco Alessandrini e dall’assessore comunale alla Pubblica Istruzione Giovanni Di Iacovo. Il progetto dell’Esercito italiano ha preso il via lo scorso 11 maggio da Trapani e si concluderà a Trieste il prossimo 24 maggio. In Abruzzo hanno aderito all’iniziativa 26 Istituti scolastici con il coinvolgimento di 600 studenti. Domani 140 studenti riceveranno gli attestati di servizio dei loro nonni.”Vogliamo far rivivere i valori, i sacrifici e gli ideali dell’Esercito nella Grande Guerra che ha visto anche tante vittime abruzzesi – ha commentato il generale De Vito – Questo avvenimento segue di poche ore l’Adunata degli Alpini a L’Aquila, una manifestazione memorabile che ha riempito di orgoglio tutti noi abruzzesi. E’ stata fatta per testimoniare un segno tangibile di affetto verso il popolo aquilano e per mettere un mattone fondamentale per la ricostruzione morale, sociale e materiale dell’Aquila e dell’Abruzzo”. ” E’ un’iniziativa molto importante – ha sottolineato il sindaco Alessandrini – che va nel senso del recupero della memoria collettiva. E’ una staffetta della memoria per tramandare i valori dei nostri avi, perché, al di là ogni retorica, io credo che ci sia veramente bisogno di recuperare un sentimento di identità nazionale. Coinvolgere i ragazzi delle scuole serve per inculcare nei nostri figli quel senso civico che non deve mai mancare”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *