Pescara, “Argentina anni trenta”: mostra fotografica dal 26 aprile all’11 maggio

Sabato 26 aprile, alle ore 18, a Pescara, presso la Biblioteca aperta dalla L.A.A.D., d’intesa con l’Associazione FORM-ART, in Via Milite Ignoto, 22, verrà inaugurata la Mostra fotografico-documentaria, dal titolo “Argentina anni trenta”. Essa consiste in una esposizione di fotografie, cartoline, documenti di viaggio ed altri oggetti, relativi sia ai viaggi che l’ing. Aldo d’Ormea compì dall’Italia all’Argentina negli anni Trenta e successivi, da solo e insieme alla famiglia, sia alla sua lunga permanenza in tale Paese, dove morì ed è sepolto. Risulta che l’abbandono dell’Italia da parte dell’ing. D’Ormea fu motivata dalla presenza della dittatura fascista a cui egli non aveva aderito e dalla quale fu ostacolato nella sua carriera professionale. La prima parte dei documenti fornisce una ricostruzione dettagliata della traversata dell’Oceano Atlantico: si parte da Genova per poi toccare l’Africa, il Brasile, l’Uruguay ed arrivare, infine, a Buenos Aires. La seconda parte è un percorso all’interno dell’Argentina, con scene di vita quotidiana alternate a paesaggi e a primi piani di impianti industriali del periodo – esempi di archeologia industriale – e di edifici in genere. Sono presenti poi anche foto e cartoline del Brasile, dove l’ingegner Aldo d’Ormea si era più volte recato per motivi di lavoro. Il materiale documentale (parte degli anni Trenta e parte degli anni Cinquanta) è rappresentato da bauli, valigie, cinte in cuoio per le valigie, stampelle per abiti, in legno, con inciso il nome di alcune tintorie di Buenos Aires, liste dei passeggeri dei transatlantici, i relativi menu, la brochure della Festa dell’Equatore (quando la nave lo oltrepassava), il Diploma dell’Equatore, i nastrini dei transatlantici, libri vari argentini. Il nipote Aldo d’Ormea, un pescarese trapiantato a Roma, nel realizzare questa mostra fotografica, che gode del patrocinio dell’Istituto Italo-latino-americano, del M.I.B.A.C.T. – Archivio di Stato di Pescara, dell’Agenzia per la Promozione Culturale della Regione Abruzzo e della sezione Italia Nostra di Pescara, è stato animato dall’intenzione di far conoscere un periodo di storia dei paesi latino-americani, e in particolar modo dell’Argentina, che rappresenta un momento rilevante non solo per il vissuto di intere famiglie italiane emigrate, ma anche per l’incontro di due culture e due anime.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *