Pescara, al Lalla live acustico di Riccardo Sinigallia

Giovedi 29 novembre 2012, al LALLA di Via dei Sanniti, 8/14 (Pescara) live acustico di Riccardo Sinigallia.
A seguire Resident DJ Set
Per info e prenotazioni: 3493922010 – 3398126242
Ingresso Riservato ai soci tessere all’ingresso € 2
Contatti:
Email:
lalla_asd@hotmail.it
Telefono:
+39 349 3922010 – +39 339 8126242

Web:
http://www.myspace.com/lalla_asd
http://www.facebook.com/lalla.asd

Riccardo Sinigallia è nato a Roma nel 1970 da una famiglia borghese parzialmente avvezza all’ambiente musicale: la madre lavorava per una casa discografica ed il padre era assicuratore. Durante l’adolescenza i suoi gusti musicali spaziavano dai Kiss ad Antonello Venditti. Verso la fine degli anni ottanta ha cominciato a farsi vedere nell’underground romano.
Nel 2000 è l’artefice del salto di qualità dei Tiromancino, dall’underground al mainstream. Dapprima ha partecipato con il gruppo al brano Strade classificatosi secondo nella categoria “giovani” al Festival di Sanremo, poi ha collaborato a creare le alchimie sonore che hanno fatto de La descrizione di un attimo uno dei dischi migliori dei Tiromancino. In brani come Muovo le ali di nuovo e Due destini si ha l’impressione che Riccardo Sinigallia sappia passare con facilità dalle contaminazioni in stile Massive Attack al gusto puro per la melodia tradizionale italiana.
Nel 2001 qualcosa si rompe negli equilibri – comunque mai del tutto consolidati – della band, che si è trovata a proseguire senza Sinigallia.
L’album del debutto da solista porta il suo nome ed è uscito nel 2003, preceduto dal singolo Bellamore. “Crepuscolare” fin dalla copertina, è un esordio più elaborato rispetto al passato. Canzoni come “Cadere” si presentano con melodie molto dilatate, simili a quelle dei Radiohead successivi a OK Computer. Il disco ha un notevole successo di critica ma non riesce a raggiungere un pubblico così vasto come invece avviene per gli stessi Tiromancino.

Il secondo disco, Incontri a metà strada, è uscito a ridosso dell’estate 2006 preceduto dal singolo Finora che ha messo in luce una certa passione per Venditti, ottima chiave di lettura per comprendere i cambiamenti che caratterizzano questo secondo lavoro.

Sinigallia ha infatti pensato di usare questa volta un forma canzone che possa raggiungere un pubblico più vasto. Lo stesso autore ha confessato di non partire più da un semplice synth al computer per creare le sue canzoni; affermazione sorprendente alla luce di quanto dichiarato dallo stesso Sinigallia, che ha realizzato 18 versioni de Il nostro fragile equilibrio prima di fare una scelta.
Nel settembre 2006 pubblica il secondo singolo estratto: “Amici nel tempo”.

Nel 2008 produce l’album Musiche ribelli di Luca Carboni, duettando con l’autore nella cover di Ho visto anche degli zingari felici di Claudio Lolli.

http://www.riccardosinigallia.it

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *