Pescara, 50ª STAGIONE CONCERTISTICA 2015/2016: concerto il 26 febbraio

Venerdì 26 febbraio Teatro Massimo ore 21

Orchestre e Complessi

GIOVANNI SOLLIMA violoncello

ORCHESTRA SINFONICA DEL CONSERVATORIO DI PESCARA Roberto Molinelli direttore

D. Milhaud Le boeuf sur le toit

F. Gulda Concerto per violoncello e fiati

R. Molinelli Leonard Ouverture

 

Giovanni Sollima è un vero virtuoso del violoncello. Suonare per lui non è un fine,ma un mezzo per comunicare con il mondo. È un compositore fuori dal comune, che grazie all’empatia che instaura con lo strumento e con le sue emozioni e sensazioni, comunica attraverso una musica unica nel suo genere, dai ritmi mediterranei, con una vena melodica tipicamente italiana, ma che nel contempo riesce a raccogliere tutte le epoche, dal barocco al “metal”.Scrive soprattutto per il violoncello e contribuisce in modo determinante alla creazione continua di nuovo repertorio per il suo strumento. Nato a Palermo da una famiglia di musicisti, studia violoncello con Giovanni Perriera e Antonio Janigro e composizione con ilpadre e Milko Kelemen. Fin da giovanissimo collabora con musicisti fra cui Claudio Abbado, Giuseppe Sinopoli, Jörg Demus, Martha Argerich, Riccardo Muti, Ruggero Raimondi, Bruno Canino, Patti Smith, Philip GlasseYo-YoMa. La sua attività-in veste di solista con orchestra e con diversi ensemble (tra i quali la Giovanni Sollima Band,da lui fondata a New York nel 1997) – si dispiega fra sedi ufficiali e ambiti alternativi, fra cui Brooklyn Academy of Music, Carnegie Hall (New York), Salle Gaveau (Parigi), Accademia di Santa Cecilia a Roma, Kunstfest (Weimar),Teatro alla Scala(Milano), Cello Biennale (Amsterdam), Summer Festival di Tokyo, Expo 2010 (Shanghai) e Concertgebouw ad Amsterdam.Per la danza collabora,tra gli altri,con Karole Armitagee Carolyn Carlson, per il teatro con Bob Wilson e Peter Stein e per il cinema con Marco Tullio Giordana, Peter Greenaway, John Turturro e Lasse Gjertsen. Insieme al compositore-violoncellista EnricoMelozzi, ha dato vita al progetto dei 100 violoncelli, nato nel 2012 all’interno del Teatro Valle Occupato. Tra i CD, per SONY “Works”, “We Were Trees”, per la Glossa “Neapolitain Concertos” in collaborazione con I Turchini di Antonio Florio.Giovanni Sollima insegna presso l’Accademia di Santa Cecilia a Roma dove è anche accademico effettivo e alla Fondazione Romanini di Brescia.Suonaunvioloncello Francesco Ruggeri fatto a Cremona nel 1679.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *