Ortona, meeting internazionale HELP CARE il 3 e il 4 febbraio

Ortona si prepara ad accogliere una delegazione europea, proveniente da Gran Bretagna, Grecia, Polonia e Bulgaria, per il meeting internazionale HELP CARE – Pathways to the future for Health and Social Care, che si terrà il 3 e 4 febbraio nella prestigiosa sede di Palazzo Farnese.

Il Comune di Ortona è infatti l’unico partner italiano del progetto HELPCARE”, Cross Sectorial Strategic Partnership, guidato dall’Università di Lancaster, considerata tra le migliori università del Regno Unito e finanziato dalla Commissione europea.

Il Comune di Ortona è entrato a far parte della rete europea di ricerca scientifica di HELPCARE grazie al lavoro pluriennale e alla progettualità del suo centro di ricerca e promozione interculturale, riconosciuto a livello internazionale .

Il summit europeo si focalizzerà sulla professionalizzazione degli operatori sociali e sulla qualità dell’erogazione dell’assistenza sanitaria e sociale, poiché il progetto europeo mira a creare una scala di valutazione omogenea a livello europeo per la valutazione e la progressione delle competenze professionali degli operatori sociali e sanitari e per qualificare l’erogazione dell’assistenza sanitaria e sociale. Il progetto nasce e si sviluppa nel contesto sociale europeo in cui vi è un invecchiamento progressivo della popolazione e un aumento della disoccupazione. Obiettivo finale trasformare l’assistenza agli anziani e ai bisognosi in una vera e propria professione con un percorso formativo specializzato in grado di migliorare e naturalmente qualificare il servizio reso agli utenti finali.

Il meeting vedrà i partners impegnati in tavoli tecnici e gruppi di lavoro e in un momento pubblico in cui confrontarsi con le istituzioni e con gli operatori sociali e sanitari. L’evento aperto al pubblico si terrà giovedì 4 febbraio dalle ore 9.30.

Dopo i saluti delle istituzioni regionali, provinciali e comunali i lavori saranno aperti dalla coordinatrice del progetto, Carolyn Downs, docente dell’Università di Lancaster (Regno Unito) a cui seguirà l’intervento della responsabile dei Servizi Sociali, Paola Paolini, che parlerà del “ Sistema di cura nel territorio ortonese. Servizi e buone prassi”. La responsabile del centro di ricerca e promozione interculturale del Comune di Ortona, Dasantila Hoxha, relazionerà sul tema “ Badare non basta. Dimensioni, criticità e prospettive del lavoro di cura in Italia”. “Perché abbiamo bisogno del lavoro di cura? La prospettiva degli educatori su tendenze attuali e bisogni futuri nel settore socio-sanitario in Inghilterra” è invece il tema che presenterà Paul Ineson del Lancaster e Morecombe College (Regno Unito), mentre Valentina Georgieva, del Centro Studi e Formazione Znanie( Bulgaria) parlerà di “Helpcare in Bulgaria, situazione attuale e prospettive future”. Relazionerà sul tema “ Il progetto Helpacare in Polonia, esperienze e osservazioni” Ilona Swiatek-Barylska docente dell’Università di Lodz (Polonia). Conclude gli interventi George Pavlidis del South Est European Research Center ( Grecia) con “ Il progetto Helpcare in Grecia”. Coordina i lavori il Dirigente dei Servizi Sociali del Comune di Ortona, Domenico Galanti.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *