Ortona, inaugurazione della T.A.Z. il 2 giugno

È tutto pronto per l’inaugurazione della T.A.Z. – Zona Autonoma Temporanea, un luogo dove si fondono energia vitale e la voglia di condividere momenti simbiotoci con la natura, tra arte e discipline olistiche. Il prossimo martedì 2 Giugno, a Ortona (Ch), nella sua sede in Contrada Santa Liberata, nelle campagne tra l’Ospedale e il centro commerciale Iper, si celebrerà la grande apertura.

Dalle 10 del mattino in poi, si susseguiranno una serie di attività ad ingresso gratuito che renderanno una giornata di festa speciale. I custodi della T.A.Z., Christian Graziani, Armando Fragassi, Lorenzo Marvelli, Alessandro Rapattoni e Rina Vernarelli, hanno chiamato questo evento “muTAZioni”, perché secondo l’evoluzione naturale della specie, le mutazioni sono eventi fondamentali in grado di determinare variabilità genetica.

L’intenzione degli organizzatori di “muTAZioni”, infatti, è quella di lasciare un segno nel vissuto di ognuno nella cura di se stesso a contatto con la natura, respirando arte, toccando cultura e assaporando sapori genuini.

Le esperienze da vivere. Si parte dalla mattina alle ore 10.00 fino alle ore 22.00.

L’interno della struttura sarà pervasa d’arte per tutto il corso della giornata con la personale di fotografia “Aposiopesi” di Pierluigi Fabrizio.

 

Dalle 10.00 fino alle 20.00, invece, tra gli uliveti che circondano il casale della T.A.Z., si dislocheranno i vari stand del mercatino dell’artigianato e di prodotti bio e nella stessa location verranno predisposte varie aree per le attività guidate da professionisti, seminari e laboratori tenuti da esperti in vari settori dell’arte, della medicina e del mondo olistico.

Ai più piccoli fino agli 11 anni, inoltre, saranno dedicati due spazi creativi alle 16.00 e alle 18.00.

Pranzo e cena. Non si dimenticheranno neanche le buone abitudini alimentari con il pranzo e la cena a buffet a base di prodotti biologici e a km 0, nel rispetto delle scelte alimentari di tutti, dai vegetariani ai vegani.

Gli spettacoli. Alle 20.00 ci si ritroverà nella sala principale della cascina per assistere, nelle ore che precedono la cena, allo spettacolo teatrale “La Repubblica del naso” a cura di Beleà e Teatro Offesi con la regia di Lorenzo Marvelli.

Si concluderà in musica alle 22.00 con il live acustico dei “Made in China”, gruppo pescarese composto da Patrizio Tamborriello (chitarra e voce), Filippo Savino (chitarra e seconda voce) e Alessandro Sergente (chitarra).

ZONA AUTONOMA TEMPORANEA. L’inaugurazione della T.A.Z. del 2 Giugno è una giornata dimostrativa di tutte le attività in seno al progetto della T.A.Z.. Un’idea che si fonda sui concetti espressi dal filosofo, artista d’avanguardia, conoscitore delle culture di rottura ed esperto di misticismo, Hakim Bey. Bey parla delle T.A.Z. come luoghi liberati, dove la verticalità del potere viene sostituita spontaneamente con reti orizzontali di rapporti. La T.A.Z. si spiega, semplicisticamente, nell’azione del superamento della stretta visione socio-politica mutuata dall’economia di mercato. Ciò, per i custodi della T.A.Z. di Ortona, significa produrre qualità e non insistere sulla quantità; significa relazione con il territorio, con le persone e le idee che lo abitano; significa adozione di una produzione sostenibile lontana dalle logiche delle GDO (Grande Distribuzione Organizzata) e rispettosa degli equilibri naturali e delle biodiversità; significa riscoperta di sapori genuini di alimenti autoprodotti; ma significa anche riconoscere la forza aggregativa e sovversiva dell’arte in ogni sua forma di espressione; significa credere nell’urgenza di una crescita spirituale collettiva, che passa anche attraverso una visione olistica dell’essere umano e del suo sviluppo armonico. Tutto questo per “prendersi cura di se stessi, dei propri interessi, un tirarsi assieme” (cit. H. Bey).

INFO E PRENOTAZIONI: Tel. 340. 80 40 076; E-mail: zona.autonoma.temporaneagmail.com – www.facebook.con/fanpageTAZ

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *