Ortona, giornata internazionale contro l’omofobia il 17 maggio

La Consulta Giovanile di Ortona, in collaborazione con la Biblioteca Comunale e l’Assessorato alle politiche giovanili, è felice di invitare la città alla presentazione del fumetto “ENIGMA: La strana vita di Alan Turing” di Tuono Pettinato, edito dalla Rizzoli Lizard nel 2012, presso la Sala Eden alle ore 10.00. Avremo così l’occasione di affrontare insieme un tema tanto attuale quanto delicato come quello dell’omofobia nel dibattito moderato dal giovane fumettista ortonese Mattia Moro, allievo di Tuono Pettinato.

Chi è Alan Turing? Un matematico inglese, un eroe della Seconda Guerra Mondiale, un indiscutibile genio. Fu lui ad aver decriptato il codice ENIGMA, utilizzato dai nazisti per inviare messaggi segreti. Eppure, come tristemente e non raramente accade nella storia, un gran cervello non ti salva la vita, e così, una volta scoperta la sua omosessualità, fu condannato alla castrazione chimica. A soli 41 anni, uno dei padri dell’informatica, tra i più grandi matematici del XX secolo, si tolse la vita mordendo una mela intrisa di cianuro, ferito a fondo dal senso di vergogna e di umiliazione, in un mondo fatto di etichette, ancora molto vicino al nostro modo di guardare gli altri.

Chi è Tuono Pettinato? Tra i più quotati autori di fumetto italiani. Firma la serie I Ricattacchiotti, pubblicata settimanalmente da “Repubblica XL”, collabora con “ANIMALs” e fa parte del collettivo creativo deiSuperAmici, con il quale ha creato la rivista a fumetti “Hobby Comics” e “Pic Nic”, primo free press italiano dedicato al mondo del fumetto. Docente di Fumetto Umoristico presso l’Accademia delle Belle Arti di Bologna, ha pubblicato numerosi fumetti, come le biografie di Giuseppe Garibaldi, Galileo Galilei e Alan Turing, con importanti case editrici, come la Rizzoli Lizard e la GRRRZETIC. Tra i suoi ultimi lavori ricordiamo il fumetto giallo “Corpicino” e “Nevermind”, biografia di Kurt Cobain.

È possibile contattarci all’indirizzo: consultagiovanileortona@hotmail.com.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *