Ofena, tappa del mini-tour “Ciao Pino” il 28 marzo

Dopo il sold-out e la dovuta replica al Buongustaio di Bussi sul Tirino (Pe) del 27 e 28 febbraio, continua il mini-tour “Ciao Pino”. Approda all’azienda agrituristica Collerotondo di Ofena (Aq) il 28 marzo prossimo e poi l’11 aprile all’Orchidea di Tocco da Casauria (Pe). Sono previste ulteriori date ancora in fase di definizione. Il Progetto. Molti dei componenti del gruppo in realtà, sin dal lontano 1981, proponevano cover di Pino Daniele con il progetto, all’epoca di certo all’avanguardia, “Napoli Secondo Estratto”. Il Concerto-Tributo a Pino Daniele attuale è un’idea che ovviamente scaturisce dalla scomparsa del grande Artista, ma che comunque è sempre stata presente nel DNA dei musicisti coinvolti. A fine 2014 il cantante Mario D’Ortenzio, reduce dalla positiva esperienza del tributo a Califano, lancia l’idea di omaggiare il grande Pino. Purtroppo è diventata poco dopo una esigenza. La Band (Pino Daniele Project – Passi D’Autore) La collaborazione artistica tra gli strumentisti che compongono la band, anche in maniera incrociata, dura da diversi anni ed affonda le radici in validi e duraturi progetti, tra i quali “Astrakan Soda Band” dedicato a Sergio Caputo, oppure in tour con Antonella Ruggiero e l’Orchestra Contemporanea diretta da Toni Fidanza, o le collaborazioni con la vocalist Linda Valori, la militanza artistica ancora in atto con Nina Natarelli, Angela Boerio, Mario D’Ortenzio, che capeggia il mini-tour, è un vocalist molto versatile e sicuramente dotato di grande estensione vocale. E’ noto soprattutto come attento e qualificato interprete di Sergio Caputo, Michael Bublè,… insomma lo swing nelle vene. Ha frequentato con successo molti dei palcoscenici/locali abruzzesi. Rosanna Di Lisio è una giovane, interessante e duttile interprete vocale, già con un solido bagaglio di esperienze che attraversano diversi generi di espressione musicale. Studia attualmente al Conservatorio Luisa D’Annunzio di Pescara. La collaborazione della Vocalist Rosanna Di Lisio con il pianista M. Domenicano affonda le radici in molteplici progetti, dal jazz alla musica etnica e folk. Massimo Domenicano, sicuramente giovane ma esperto pianista, studia attualmente al Conservatorio di L’Aquila ed insegna piano in maniera privata. Ha collaborato con numerosi e noti musicisti italiani di jazz e dintorni e, tra gli altri, con Peppino Principe in tour per l’Italia. Alberto Grossi è, nella storia recente ed in Abruzzo ed oltre, uno dei sassofonisti più blasonati, versatili ed esperti del panorama jazz e dintorni. Vanta collaborazioni con diversi musicisti internazionali. Passa con disinvoltura dalle atmosfere del jazz, al funk, al blues, non disdegnando la musica leggera di qualità. Particolare esperienza vanta il poliedrico batterista e percussionista Gianfranco Ciaccia, dalla musica classica al jazz, passando per le grandi formazioni, con numerose esperienze in RAI ed in tour orchestrali mondiali. Diplomato in strumenti a percussione presso il Conservatorio di L’Aquila nel 1996, G. C. ha collezionato negli anni importanti partecipazioni ai migliori festival musicali, soprattutto del jazz ed in Italia. Base ritmica portante di quasi tutte le recenti formazioni di successo provenienti dalla Terra di Marsica. Marcello Chella è sicuramente un musicista di lungo corso, noto nell’aquilano e nella marsica per le diverse attività legate alla musica, alla audio-didattica ed ai festival del jazz. Ha collezionato numerose collaborazioni sia come chitarrista/produttore-esecutivo, per lavori di autorevoli Cantautori italiani, che come chitarrista-live in molteplici formazioni spesso al fianco di Toni Fidanza, Gianfranco Ciaccia, Massimo Domenicano. Pietro Melchiorre è uno strumentista poliedrico ed un interprete vocale di lunga esperienza. Suona sia il basso elettrico che le chitarre acustiche come in questo progetto. Ha all’attivo diverse tournèe con cantautori e formazioni orchestrali. Abile fonico, fa del suono una prerogativa in più. Nicola Costantini è un bassista di lunga esperienza e di assidua militanza in molteplici formazioni. E’ un musicista caratterizzato da una enorme versatilità e con un ricco bagaglio che attinge a diversi stili, capace di passare con estrema facilità dal jazz al linguaggio funk e blues.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *