Nel centenario della morte di Guido Gozzano si invitano le Scuole Superiori a leggere il poeta crepuscolare

Nel centenario della morte di Guido Gozzano. Nel rileggere il Novecento letterario italiano e nel contestualizzare la poesia del primo Novecento si invitano le scuole italiane e gli Istituti superiori a ricordare e celebrare il centenario della morte di Guido Gozzano che cade il 2016.

Era nato Torino nel 1883 e morto nel 1916.

Il Sindacato Libero Scrittore, ha affermato il Vice presidente nazionale PIERFRANCO BRUNI, si rende disponibile a sviluppare e a offrire contributi culturali e di idee per dei progetti che riguardano Guido Gozzano e il Novecento poetico europeo, invitando a valorizzare Gozzano non solo come poeta, ma anche come autore di fiabe e approfondendo il suo mondo e i suoi scritti che scavano nella cultura orientale e soprattutto come scrittore del viaggiare.

In particolare il SLSI si rivolge a quegli Istituti che propongono letture originali sul Novecento e Gozzano e realizzerà una Cartella, come nel suo consueto, con la collaborazione del Mibact, con delle schede su Gozzano chiedendo la collaborazione, questa volta, al mondo della scuola.

In collaborazione con le scuole interessate, il SLSI realizzerà, dunque, una Cartella con delle schede tematiche su Gozzano che verrà presentata in una manifestazione a Roma nella sede di Palazzo Sora.

I punti salienti del progetto, ha sostenuto Bruni, riguarderanno la lingua, la poeta e il legame tra Occidente ed Oriente oltre ai legami con la poetica crepuscolare.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *