Montesilvano, 2^ Trofeo CoorDown – Fisdir dal 2 al 4 ottobre

Entra nel vivo domani il 2^ Trofeo CoorDown – Fisdir, la manifestazione sportiva di calcio a 5, che si svolgerà a Montesilvano fino a domenica 4 ottobre. L’iniziativa, organizzata da Coordown, coordinamento nazionale associazioni delle persone con sindrome di down, in collaborazione con l’ASD SPORT21 ITALIAONLUS, FISDIR – Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale, l’ASD Parco de Riseis di Montesilvano, nasce con l’obiettivo di dare impulso a una nuova forma di socializzazione e per ribadire il diritto allo sport di tutte le persone con disabilità. L’idea nasce dopo anni di fruttuose collaborazioni tra CoorDown e FISDIR, già protagonisti negli scorsi anni di importanti eventi, e ha come principale obiettivo quello di favorire una sempre più ampia e concreta diffusione dell’attività sportiva tra le persone con disabilità, di fornire alle famiglie i punti di riferimento per poter avviare i propri figli alla pratica di una disciplina e di consentire agli operatori del settore di avvicinarsi con la giusta competenza per riconoscere le potenzialità di ogni atleta. Il torneo di calcio a cinque categoria C21 è completamente dedicato agli atleti con sindrome di Down. “Abbiamo patrocinato con entusiasmo – ha dichiarato l’assessore allo sport Ottavio De Martinis – questa manifestazione. Iniziative come queste servono a sensibilizzare i giovani a valori della competizione leale e dell’onestà. Se poi a ciò si aggiunge l’occasione di ribadire il diritto allo sport di tutti e incentivare la socializzazione tali manifestazioni diventano ancora più significative”.

Il trofeo si svolgerà presso gli impianti del PalaRoma dove si sfideranno le squadre provenienti da sei regioni italiane. L’inaugurazione è in programma alle ore 15.00 del 2 ottobre con la presentazione delle squadre e di tutti gli atleti alla presenza delle autorità locali. Il trofeo si disputerà nelle giornate di venerdì, sabato e domenica e al termine delle gare verranno assegnati i premi. Parallelamente al torneo si terranno due eventi collaterali. Il primo è il convegno “Lo sport quale strumento di inclusione e sue interazioni nella fase di apprendimento”, che si terrà domani mattina presso Palazzo Baldoni a partire dalle 10. Durante il dibattito si tratteranno argomenti di avviamento allo sport di giovani con sindrome di Down e come lo sport di squadra possa essere usato come facilitatore nell’inserimento didattico scolastico. Il secondo è il torneo di basket a squadre: “Le Baskiadi”. “In Italia il numero degli atleti con sindrome di Down – ha dichiarato il presidente FISDIR, Marco Borzacchini – e’ altissimo e in costante crescita sia sotto un profilo numerico che sotto un ambito qualitativo, con risultati che ci premiano specialmente nelle competizioni internazionali alle quali partecipano le nostre nazionali e nelle quali possiamo con tranquillità affermare di essere un paese all’avanguardia mondiale; il lavoro delle società e delle delegazioni regionali sul territorio sta dando ottimi frutti e siamo fiduciosi per lo sviluppo dello sport riservato ad atleti con sindrome di Down”. “Oltre all’importanza del benessere fisico, ogni attività sportiva – conclude il presidente di CoorDown e di SPORT21 ItaliaOnlus Sergio Silvestre – porta con se’ delle precise regole e dinamiche di autodeterminazione che consentono ai ragazzi di interagire, di mettersi in gioco e di esprimere se stessi e le loro grandi potenzialità”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *