“L’inconscio letterario”, il nuovo libro di Eric S. Rabkin (ed. Solfanelli)

Seguendo l’osservazione di Michael Polanyi in La conoscenza inespressa (1966), “conosciamo più di quanto possiamo dire”, Eric S. Rabkin, noto per i suoi studi sul fantastico, s’interroga sulla conoscenza profonda e sui linguaggi naturali dell’uomo attraverso un originale excursus che coinvolge i testi biblici. “La discendenza della fantasia” dimostra come il linguaggio sia valutato, pur inconsciamente, dalla sua efficacia sociale. In “Il frutto proibito” è il cibo a essere analizzato nella sua valenza simbolica. E infine “La città inconscia” in daga sul significato di un simbolo artificiale come la città, il più socialmente connotato: infatti, per Aristotele, umano è colui che vive nella polis. Questi tre saggi si offrono come punti chiave sulla via dell’esplorazione dell’inconscio letterario.

Eric S. Rabkin è professore “Arthur F. Thurnau”, docente di Lingua e Letteratura Inglese e di Arte e Design presso l’Università del Michigan di Ann Arbor (USA). Il suo insegnamento e la sua ricerca includono la teoria letteraria, il “graphic novel”, il fantasy, la fantascienza, la tecnologia e gli studi umanistici. I suoi attuali progetti di ricerca si concentrano sulla cultura come sistema complesso adattativo e sulla retorica visiva. Ha vinto numerosi premi di insegnamento, tra cui il Golden Apple, assegnato annualmente dagli studenti dell’Università del Michigan, e il Science Fiction Research Association’s Pilgrim Award per il suo contributo alla critica fantascientifica.
Tra i suoi libri: “Visions of Mars: Essays on the Red Planet in Fiction and Science” (con Howard V. Hendrix e George Slusser), “Jefferson”, NC: McFarland, 2011; “Mars: A Tour of the Human Imagination”, Praeger Press, 2005; “The Rise and Fall of Twentieth Century Formula Fiction” (Textus vol. XIV, n. 1; con Carlo Pagetti), Genova: Tilgher, 2001; “Science Fiction: History, Science, Vision” (con Robert Scholes), Oxford University Press, 1977; trad. it. “Fanta-scienza: storia, scienza, visione”, Parma: Pratiche, 1979; “The Fantastic in Literature”, Princeton University Press, 1976; pp. 117-133, ristampato come “Genre Criticism: Science Fiction and the Fantastic” in Science Fiction, a cura di Mark Rose, Prentice-Hall, 1976, pp. 89-101.

Eric S. Rabkin
L’INCONSCIO LETTERARIO
Cura e traduzione di C. Bruna Mancini
Edizioni Solfanelli
[ISBN-978-88-7497-801-4]
Pagg. 96 – € 9,00

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *