L’Aquila, una mostra dedicata alle vittime del sisma del 2009

Una mostra omaggio e dono dedicata alle vittime del sisma del 2009 e alla popolazione dell’Aquila e dintorni, che tanto si è impegnata nella rinascita e nella ricostruzione degli edifici e del tessuto sociale ed economico del territorio. Artisti italiani e internazionali, invitati dagli Archivi del Presenteismo, hanno realizzato due opere corali, una composta da 99 piccole tele (cm 18 h x 24 base), come insolita interpretazione del capoluogo abruzzese, l’altra dedicata alla cittadina di Onna, già luogo di sofferenza all’epoca della II Guerra Mondiale, di cui ricorrono quest’anno i settant’anni dall’eccidio.

Una mostra dalle connotazioni affettive e sentimentali, nella quale ogni autore ha rappresentato, con le proprie modalità espressive, la città nei suoi simboli e nei caratteristici aspetti pre e postsisma. Novantanove tele in riferimento al numero simbolico de L’Aquila, che nasce, come vuole la tradizione, dalla federazione dei 99 castelli che hanno fondato la città per volere di Federico II e di suo figlio Corrado IV: La Fontana della Rivera che diventò così delle 99 Cannelle, i 99 rintocchi della Torre Civica che si ripetono ancora ogni mezzanotte …

Palazzi, castelli, chiese, archi, porte della cinta muraria e fontane di quel centro storico dalla planimetria a forma di cuore sono stati i presupposti emozionali delle opere che compongono le due sfaccettate installazioni corali intitolate a L’Aquila Forever presentate in due degli spazi di Roma Capitale gestiti da Zétema: dal 18 ottobre al 1 novembre 2014 presso il Centro Culturale Gabriella Ferri (Via G. Galantara 7, ang. Largo Beltramelli – Metro B fermata Stazione Tiburtina) e dal 29 novembre al 13 dicembre 2014 presso il Centro Culturale Aldo Fabrizi (Via Treja 14/Via Cagli – San Basilio, Metro B fermata Rebibbia, poi Bus 444, 404, 343), quartiere dove risiede un’ampia comunità abruzzese. Una breve tappa espositiva sarà allestita al Museo Venanzo Crocetti, a Roma (Via Cassia 492) dal 7 al 10 gennaio 2015.

La tappa aquilana, patrocinata anche dall’Assessorato alla Cultura dell’Aquila, si inaugurerà al Palazzetto dei Nobili, nel centro storico, il 21 marzo 2015, data simbolicamente abbinata all’inizio della primavera e al risveglio della natura.

L’opera collettiva dedicata all’Aquila, 99 rintocchi per una resurrezione, sarà donata alla nuova Casa dello Studente e quella per Onna, Onna nel cuore, sarà donata ad un’Associazione ONLUS della cittadina.

Ideata dal pittore aquilano Alessandro Piccinini, promotore e coordinatore degli Archivi del Presenteismo, e curata anche nella parte documentale e fotografica in situ dalla storica e critica dell’arte Laura Turco Liveri, l’iniziativa si ispira al mito della Fenice che rinasce dalle proprie ceneri, speranza di nuova vita, e intende ancora una volta sensibilizzare, in modo originale e creativo come solo gli artisti sanno fare, il pubblico e i Media, a ben cinque anni dal tragico sisma in cui morirono 309 persone, tra adulti e bambini.

La mostra propone l’esposizione delle due opere collettive e una sezione documentale multimediale, articolata in due sezioni fotografiche parallele: “L’Aquila sopra”, che offre una scelta di fotografie della città e dei dintorni scattate da fotografi professionisti, e “L’Aquila sotto”, (curata dal Club Alpino Italiano – Sezione dell’Aquila, Gruppo Grotte e Forre “Francesco De Marchi” del Club Alpino Italiano – Sezione dell’Aquila, Gruppo Speleologico Aquilano), che illustra luoghi del sottosuolo aquilano, tra grotte e forre, altrimenti non visitabili dal pubblico.

L’installazione delle due opere collettive è stata realizzata dai pittori Francesco Maria Bonifazi e Luciano Lombardi. Il progetto della manifestazione è stato possibile anche grazie alla collaborazione degli artisti Evita Andújar, Gianfranco Di Bernardini, Mimmo Emanuele, Rezakhan, Claudia Sabellico e Carlo Vigevani.

Gli artisti partecipanti all’evento provengono da diverse parti del mondo il mondo, tra cui Argentina, Austria, Belgio, Brasile, Croazia, Francia, Germania, Iran, Italia, Libano, Romania, Spagna. Dall’Italia, segnalando solo i capoluoghi comprensivi di province: Ancona, Andria, Bari, Bologna, Campobasso, Caserta, Catania, Crema, Chieti, Fermo, Ferrara, Frosinone, L’Aquila, Lecce, Macerata, Matera, Napoli, Padova, Perugia, Pordenone, Potenza, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Salerno, Sondrio, Teramo, Terni, Torino, Trento, Treviso, Venezia, Vicenza, Viterbo.

Un particolare ringraziamento va:

al Comune di Roma nelle persone: Paolo Masini, Assessore allo Sviluppo delle Periferie Infrastrutture e Manutenzione Urbana, Giovanna Marinelli, Assessore alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica e Emiliano Sciascia, Presidente IV Municipio; al Comune dell’Aquila nelle persone: Lelio De Santis, Assessore al Bilancio con delega alle Politiche per lo Sviluppo del Turismo e Elisabetta Leone, Assessore alle Risorse Umane con delega alla Cultura; a Onna di L’Aquila; al Comune di Villa Sant’Angelo (AQ) e al suo Sindaco Pierluigi Biondi; al Comune di Rocca di Mezzo (AQ) e all’ing. Emilio Nusca, coordinatore dei Sindaci dei Comuni del cratere aquilano; al quotidiano abruzzese “Il Centro” e al suo Direttore Giustino Parisse; a Zètema Progetto Cultura e ai Centri Culturali Gabriella Ferri e Aldo Fabrizi; alla Fondazione Museo Venanzo Crocetti di Roma; agli artisti: Sabrina Carletti dell’Associazione Culturale Laborars – Roma, Franco Durelli, Alfio Mongelli – Presidente della Rome University of Fine Arts R.U.F.A., Aziz Abdayem Moussa, docente di Incisione presso l’Accademia delle Belle Arti di Roma, Teresa Pollidori Direttrice della Galleria Arte Fuori Centro – Roma; Nicola Santarelli; al fisarmonicista Stefano Sponta e al controntenore Stefano Guadagnini; alla storica dell’arte e giornalista Anna Iozzino, alla storica dell’arte prof.ssa Ida Mitrano, alla prof.ssa Graziella Levratti, all’Associazione Culturale GalleriAttiva di Roma, il gruppo MOM e, per la collaborazione tecnica, a La Quadreria di Francesco D’Epiro – Roma; GALA (Gruppo Attivo Libri d’Artista) – Civitanova Marche, Radio Kaos Italia – Roma, Pinacoteca Comunale d’Arte Moderna di Montopoli di Sabina; il gruppo “Albero di Maggio” del Cemea Lazio per gli interventi di danze popolari; l’Orchestra Archi Accademia Nova per il concerto del finissage del 13 dicembre 2014; le Associazioni Culturali e organizzazioni del IV Municipio tutte ma in particolare: UNRRA CASAS, Maurizio Zavatta, C.R.I., Protezione Civile-Centro Radio Est, ALI, La Misericordia di Roma San Romano, Comitato di Quartiere Largo Beltramelli, Obiettivo Metropoli, don Marco della Parrocchia di S. Romano Martire, la prof.ssa Dolores e Pericle Bellofatto per la collaborazione fattiva alla realizzazione della manifestazione.

E un grazie sentito agli artisti partecipanti:

E. Accoto, S. Agostini, G. Aiolo, S. Alessi, A. Allocca, E. Andújar, F. Antonelli, M. Bagordo, A. Baldissera, S. Barbagallo, R. Bartolozzi,L. Bergamini, A. Bilotta, F. M. Bonifazi, A. Boschi, R. Brandi, G. Brizzio, N. Caito, E. Calabria, N. Cannizzaro, J. Capilla Fernandez, C. Capuano,S. Carletti, C. Carratalà, A. Catini, M. Cosimelli, F. Crisarà, G. Cuocolo, M. De Angelis, S. De Angelis, G. Di Bernardini, F. Di Cicco, P. Di Sciullo,F. Di Stefano, M. Di Tonno, F. Dodi, F. Durelli, E. Echeoni, M. Emanuele, D. Falasca, P. Falcone, F. Fedele, L. Ferranti, F. Ferrari, S. Gagliano,A. Gentile, S. Giugno, S. Giunta, M. Glorioso, E. Guerra, C. Guiducci, R. Gulotta, S. Herler, H. Tchoukatcheva Petrana, A. Iaccarino, M. Ionascu,B. Jandolo, D. Lihor, L. Lombardi, M. Loro, P. Maccioni, L. Manciati, C. Marcelli, C. Mariani, A. Massinissa, R. Mele, V. Milici, I. Millán, D. Mingardi,V. Miroballli, S. Mirra, A. Mongelli, Monil, A. A. Moussa, T. Musilli, I. Nurigiani, M. C. Ochoa, J. Pace, G. Paluzzi, L. Paratore, M. Parentela, A. Passa,P. Pastore, A. Piccinini, T. Pollidori, V. Pucci, R. Quintini, M. Ramazzotti, G. Reffo, R. Restante, Rezakhan, R. Ricci, A. Risuleo, R. Rodriguez,M. Ruiz Ruiz, S. Ruocco, C. Sabellico, O. Sabene, N. Santarelli, L. Santoro, S. Savini, A. Scappaticci, E. Scardamaglia, G. Sciannella, M. Serri, I. Seta, S. Sfodera, G. Soldi, K. Thomas, L. Tocci, G. Tranchida, I. Tufano, Valdor, P. Veneziani, A. Vespaziani, C. Vigevani, P. Voştinariu, O. Zampieri.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *