L’Aquila, ultimo appuntamento con la rassegna “il Teatro non è stabile”

Domenica 3 marzo il “Compleanno teatrale” conclude la seconda parte della rassegna “Il teatro non è stabile” (www.teatrabile.it) per celebrare i 23 anni della compagnia aquilana.

Luogo di svolgimento è la “Casa del teatro” a piazza d’Arti, in via Ficara, a L’Aquila.

Alle ore 18.30 vi sarà la replica centouno dello spettacolo “Storia di Barbablù” ( che subito dopo partirà per Cagliari, con repliche dal 9 all’11 marzo); a seguire “contributi artistici e conviviali” di molti amici della compagnia aquilana: performance musicali, frammenti teatrali, assaggi culinari ed altro ancora.

L’ingresso è libero (fino ad esaurimento posti).

La “Festa di compleanno di Teatrabile” conclude la seconda fase della rassegna domenicale “Il teatro non è stabile”, che dallo scorso dicembre ha proposto spettacoli di grande qualità destinati ad un pubblico vario, (con un occhio di riguardo per i bambini e i ragazzi).

La programmazione degli spettacoli domenicali riprenderà a fine aprile; non si interrompe, invece, il resto delle iniziative: “Il teatro non è stabile” è, infatti, una complessa attività fatta di molte altre manifestazioni “tipiche” della compagnia: vi saranno spettacoli per le scuole, saggi-spettacolo dei ragazzi, laboratori a fini di inclusione sociale ed altro ancora.

Nata a L’Aquila nel 1990, Teatrabile, sin dalla sua nascita si è impegnata su progetti teatrali dai risvolti sociali (che, dopo la catastrofe del 2009, si sono arricchiti di senso di necessità e urgenza).

In sinergia con le associazioni Arci e Artisti Aquilani, gestisce la “Casa del Teatro”, spazio culturale polivalente, “Teatro studio” a disposizione degli artisti della città, sala teatrale dove si svolgono rassegne ed eventi teatrali, laboratori artistici, saggi delle scuole, concerti, presentazioni editoriali, corsi e laboratori per tutti, corsi di formazione e progetti speciali nel campo della pedagogia teatrale.

Per informazioni: 329 6777332; www.teatrabile.it

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *