L’Aquila, terza giornata del Film Festival

Sesta edizione della manifestazione culturale aquilana, che quest’anno avrà una durata di 9 giorni, da martedì 13 a mercoledì 21 novembre.

Ecco il programma della terza giornata, 15 novembre:

ore 18.00 Proiezioni

CHAMPIONS, di Caroline Van Kerckhoven (BELGIO, 38 min)

In questo ritratto corale, un allenatore entusiasta ci guida attraverso i vari incontri di boxe. Scopriamo che per la vittoria i giovani pugili devono combattere non solo con il loro avversario, ma anche con il loro peso, i giudici di parte, l’allenatore e soprattutto con se stessi.

 

UN PASSO PER VOLARE, di Piergiorgio Lalli (ITALIA, 30 min)

Dopo un terribile terremoto, nella mente di Ivana, una giovane studentessa universitaria, riaffiorano ricordi traumatici del passato. In preda ad una vera e propria follia, Ivana fugge da quella nuova realtà col un peluche, da cui non si era mai separata.

 

ERIKA & SALLY, di Hanna Andersson (SVEZIA, 16 min)

Erika e Sally sono due sorelle la cui relazione viene messa alla prova quando la madre viene ricoverata in ospedale. Un dramma sulle responsabilità che abbiamo per coloro che amiamo.

 

CROSSING THE SCHOOLYARD, di Annarita Zambrano (FRANCIA, 16 min)

Nuova al liceo. Il telefono cellulare a portata di mano. Cercando le parole giuste con le cicatrici sulla pelle. Per lottare per il proprio posto nel mondo, si deve attraversare il cortile.

 

COWBOY UND INDIANER, di Jan-Gerrit Seyler (GERMANIA, 13 min)

Il figlio di Karin perse la vita durante una missione in Afghanistan. Quando incontrerà un suo compagno e amico in visita di condoglianze, riafforeranno ricordi dell’infanzia, attivando un drammatico processo di lutto.

 

DIE KATZE TANZE, di Esther Bialas (GERMANIA, 7 min)

Un addio al nubilato con un gruppo di amici di lunga data si trasforma in una serata di bevute, balli e confessioni, dando la possibilità di fare cose evitate per anni.

 

ore 21.00 PROIEZIONE

FREAKBEAT, di Luca Pastore (ITALIA, 80 min) – SARA’ PRESENTE IL REGISTA

con Roberto “Freak” Antoni e Maurizio Vandelli

Un road movie emiliano alla ricerca del “Sacro Graal” del Grande Beat: il nastro perduto di una mitica session fra l’Equipe 84 e Jimi Hendrix. Impossibile? Forse. Ma Freak Antoni, l’intellettuale demenziale, il teppista soffice, ci crede al punto da trascinare sua figlia Margherita su un vecchio furgone Volkswagen alla ricerca della mitica reliquia sonora.

Tutte le info sul Festival 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *