L’Aquila, successo per la prima edizione di “L’Aquila Fantasy Fest”

Quasi 60 iscritti ai diversi tornei (Magic, Yu-Gi-OH!, Warhammer 40K), un coloratissimo e partecipato “cosplay contest” (vinto da Valeria Federici e Alessandra Gioia), più di 400 appassionati che si sono dati appuntamento domenica presso il coworking “Strange Office”: questi sono i numeri che decretano il successo della prima edizione di “L’Aquila Fantasy Fest”. 

 

L’iniziativa – realizzata con il contributo dell’associazione “L’Aquila Che Rinasce” – è nata da un’idea di Riccardo Cicerone (uno dei fondatori di “Strange Office”) e ha preso vita grazie anche all’entusiasmo di un gruppo di appassionati di giochi di ruolo, boardgame, giochi di carte collezionabili e cosplay, di generazioni diverse e tra questi tanti “veterani” del format “Sulle Tracce del Drago” che per circa un decennio ha “narrato”, all’interno della “Perdonanza Celestiniana”, molte delle innumerevoli declinazioni del Medioevo fantastico.

 

Cicerone non nasconde il suo entusiasmo: “È stata davvero una grande soddisfazione aver affidato un’idea, un’intuizione personale, nelle mani di tante persone che l’hanno accolta, l’hanno fatta propria e l’hanno portata a compimento: è stato bellissimo vedere persone, anche sconosciute tra di loro, lavorare assieme, coinvolgere amici e conoscenti, mischiare mondi ed esperienze diverse solo per arrivare a un risultato comune”.

È stato assai problematico, dopo che il sisma del 6 aprile 2009 ha lacerato non solo il tessuto urbano del capoluogo abruzzese, ma anche quello sociale, trovare nella città dell’Aquila degli spazi che fossero dedicati ai tanti appassionati del fantasy e in generale per i più giovani. “L’Aquila Fantasy Fest 2015” ha tentato positivamente di invertire questa tendenza.

 

Con i loro interventi e presentando molteplici iniziative, hanno contribuito alla riuscita dell’evento: i giornalisti Andrea Massacesi e Salvatore Santangelo, i romanzieri Luca Centi Pizzutilli e Diletta Lorenzitto, Daniele Proietti, Luca Rocci, Mattia Mellone, Leonardo Scipione, Gaetano Polichetti, Gregorio Fiorvanti, Matteo e Claudio Colagrande, i collettivi “Work4Art” e “Cronache Oscure”, il duo “Pop Plof – Deca & Mich”, Giulio de Nardis, Lorenzo Isidori, Fernando Mercuri, Luca Bottone, Alessandro Moroni, Gianlorenzo Aloisi, Jacopo Bologna..

 

In un post su Facebook, sempre Riccardo Cicerone, annunciando altre iniziative già per i prossimi mesi, ha affermato che “abbiamo tutte le potenzialità per andare avanti e crescere”.

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *