L’Aquila, Società Barattelli: “Stavolta le fiabe” con Iacchetti il 16 febbraio

“Faccio un appello ai genitori. Accompagnate i vostri figli a teatro: sarà un’ottima occasione per divertirsi insieme. La nostra volontà è quella di avvicinare i bambini alla musica classica. Ho riadattato i testi de Lo Schiaccianoci tratto dalla versione di Dumas e di Pierino e il lupo: sarà un racconto accompagnato dalla musica di sei grandi maestri”. Così l’attore Enzo Iacchetti, amato dal grande pubblico, in un’intervista sulla Gazzetta di Parma, in occasione del debutto al Teatro Regio nel 2012, presentava lo spettacolo “Stavolta le fiabe” (produzione di Parmaconcerti). 

Il messaggio è stato raccolto dalla Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” che sta conducendo in questi ultimi anni, specialmente dopo il sisma del 2009, una capillare attività di diffusione della cultura musicale, anche attraverso il progetto “Musica per crescere” che coinvolge ogni anno centinaia di studenti delle scuole elementari e medie della città.

Così “Stavolta le fiabe” approda a L’Aquila presso l’Auditorium “Gen. S. Florio” della Scuola Guardia di Finanza domenica 16 febbraio con inizio alle ore 18 nell’ambito del percorso “Raccontami” della 68.ma stagione concertistica.

Certamente “Pierino e il lupo” di Sergej Prokof’ev è la favola più conosciuta e già interpretata da grandi attori quali Benigni, Villaggio, Covatta, Proietti e tanti altri, quella più “didattica”, lì dove ogni personaggio è associato ad uno strumento specifico con un tema musicale riconoscibile e immediato. Originale è invcece la rielaborazione dello Schiaccianoci di Čajkovskij, noto per lo più in forma di balletto. Iacchetti ha ripreso la versione di Alexander Dumas e ne ha realizzata una diversa, ironica e divertente.

Non sfugge un’originalità anche dal punto di vista musicale, perché all’orchestra classica si sostituiscono I Filarmonici di Bussetto: Corrado Giuffredi, clarinetto; Giovanni Mareggini, flauto; Cesare Chiacchiaretta, fisarmonica; Giampaolo Bandini, chitarra; Enrico Fagone, contrabbasso; Roger Catino, percussioni. Tutti gli arrangiamenti sono stati curati da Giacomo Scaramuzza.

Una bella occasione per incontrare sei musicisti di assoluto livello e un artista completo, che sa coniugare la cultura e la maestria alla simpatia e alla comunicatività, con qualunque mezzo, dal teatro, alla televisione, dal cinema alla musica, sempre attento anche all’attualità e coinvolto in importanti progetti umanitari.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *