L’Aquila, Società Barattelli: la musica di Accardo e Manzini il 6 aprile

E’ senza dubbio una delle personalità musicali più importanti in Italia, il violinista Salvatore Accardo torna a suonare nel capoluogo, su invito della Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” domenica 6 aprile, presso il Ridotto del Teatro Comunale, alle ore 18.

In un giorno così particolare per la città dell’Aquila, il Maestro Accardo, insieme alla pianista Laura Manzini, con la quale collabora da moltissimi anni, propone un programma musicale che vuole lasciare un invito a non dimenticare la gioia e la forza del vivere.

Inizia con la Sonatina op. 137 n. 3 di Schubert, prosegue con la celebre Sonata “La primavera” di Beethoven, un’opera permeata di serenità e allegria. Segue un momento di riflessione con la Sonata per violino e pianoforte di Debussy, riflessione basata sulla musica che guarda ai valori del passato in un momento di lotta; lotta culturale e personale che durante la stesura dell’opera lo stesso compositore stava conducendo isolato e stravolto da una malattia, mentre l’Europa entrava in guerra. Conclude il programma uno dei capolavori del repertorio, l’Introduzione e  Rondò capriccioso di Camille Saint-Saens, cavallo di battaglia di Salvatore Accardo, erede del virtuosismo che lo portò a vincere a soli 17 anni il prestigioso Concorso Paganini.

Il nostro paese deve molto ad un artista come Salvatore Accardo: ambasciatore della cultura italiana in tantissimi paesi, fondatore di scuole di alta specializzazione, orchestre e formazioni cameristiche, affiancato sempre da giovani talenti. Spesso si è esibito in terra d’Abruzzo e a L’Aquila a partire dal suo primo incontro con il pubblico aquilano il 16 marzo del 1963, fino al suo ultimo concerto a L’Aquila il 22 novembre del fatidico 2009, quando non mancò di esprimere la vicinanza al suo affezionato pubblico.

Accardo deciderà sul momento, in base all’acustica della sala, se suonare con un violino Stradivari “Hart ex Francescatti” del 1727 o con un Guarneri Del Gesù  “Reade” del 1733.

Il concerto è regolarmente inserito nell’abbonamento alla stagione concertistica della Barattelli.

Anche in questa occasione prima dell’inizio del concerto sarà presente il Bibliobus con il progetto di distribuzione gratuita di libri.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *