L’Aquila, società aquilana dei concerti Barattelli: Mimmo Cuticchio è Carlo Magno

Torna a L’Aquila Mimmo Cuticchio, il maggiore “cuntastorie” e puparo del nostro tempo, insieme a LaReverdie, autorevole ensemble di musica antica attivo sulla scena internazionale da venticinque anni, per uno spettacolo che si presenta sottoforma di concerto con voce recitante dedicato alla figura di Carlo Magno.
L’appuntamento, promosso dalla Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” è al Ridotto del Teatro Comunale venerdì 9 novembre alle ore 21.
Il ritmo sincopato del cunto, di origine misteriosa e antichissima, scandisce l’epopea che Mimmo Cuticchio, porta da decenni nelle piazze e nei teatri del mondo: un colpo del piede sulla pedana, un gesto imperioso della spada ricevuta come eredità iniziatica dal maestro Peppino Celano, e la voce possente di Cuticchio chiama a raccolta intorno alle avventure cavalleresche di Carlo Magno, Orlando e dei Paladini di Francia, che per secoli i giullari cantarono lungo le strade d’Europa, tessendo un tappeto coloritissimo di immagini con le scarne formule della tradizione orale.
Con sapiente e mirato contrappunto sonoro, le musiche de La Reverdie, ensemble tutto femminile formato da Claudia Caffagni (voce e liuto), Livia Caffagni (voce, viella, flauti), Elisabetta de Mircovich (voce, viella, campane).
“Un racconto per voce e musiche – così Mimmo Cuticchio definisce lo spettacolo Carlo Magno. Musica per una leggenda, realizzato con La Reverdie – La narrazione tiene le fila della situazione e la musica ne sottolinea l’emozione. La voce dice parole con una certa musicalità che si uniscono al suono degli strumenti come fossero onde marine, senza togliere nulla all’immaginario di chi ascolta. Come nel Combattimento di Trancredi e Clorinda di Monteverdi in cui il significato della parola si unisce al significante della musica in quel recitar cantando così simile a quello che facevano i cantori medievali. E poi, gli strumenti sono belli anche solo da guardare”.
L’ultima presenza a L’Aquila di Mimmo Cuticchio risale al 16 febbraio 2003 dove, sempre su invio della Barattelli, in un affollato Teatro Comunale mise in scena un memorabile Macbeth, in cui gli attori erano i suoi grandi pupi di tradizione siciliana.

L’Aquila – Ridotto del Teatro Comunale
Venerdì 9 novembre 2012 – ore 21

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *