L’Aquila, Quartetto d’Archi all’Auditorium del Parco il 26 marzo

Per i concerti del giovedì sera promossi dal Circolo Giovani Amici della Musica all’interno del cartellone della Società Aquilana dei Concerti, la proposta per questa settimana è di un evento dove da protagonista è il quartetto d’archi. Giovedì 26 marzo, presso l’Auditorium del Parco con inizio alle ore 21,30 si esibiscono quattro giovani musicisti italiani: i violinisti Damiano Babbini e Lawrence Cocchiara, la violista Costanza Pepini e la violoncellista Catherine Bruni, che formano dal 2004 il Quartetto Ascanio. Ognuno di loro ha una formazione da solista e occupavano le prime parti dell’Orchestra da Camera del Trasimeno. Da qui nasce il loro incontro artistico e decidono di fondare un quartetto che oggi è uno dei migliori in Italia della loro generazione (nati tutti tra l’85 e l’88). Hanno lavorato tanto sulla formazione e si sono specializzati nelle migliori scuole italiane, come la Scuola di Musica di Fiesole e la celebre Walter Stauffer di Cremona. Ora il quartetto è regolarmente invitato nei principali festival e cartelloni concertistici. Per l’appuntamento aquilano presentano un programma rappresentativo del grande repertorio per quartetto d’archi, iniziando dall’op. 20 n. 4 di Franz Josepoh Haydn, per proseguire con l’op. 41 n. 3 di Robert Schumann e terminare il concerto con l’op.51 n. 1 di Johannes Brahms. Sono pagine che per vari motivi possono riferirsi in qualche modo al genio di Beethoven e nell’insieme rappresentano emozioni contrastanti, una forte energia, oltre ad una necessaria abilità tecnica esecutiva. Il concerto, dunque, attraversa lo stile classico, quello romantico e lirico per giungere al vigore “pianistico” della scrittura brahmsiana.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *