L’Aquila, presentazione del libro “Radicalmente sbirro”

Presso la Libreria Colacchi in via Enrico Fermi a L’Aquila alle ore 17 sarà presentato il libro “Radicalmente sbirro” di Ennio Di Francesco e Valter Vecellio (Edizioni Noubs).
Intervengono:
Valter VECELLIO, vice-caporedattore del TG2
Ennio DI FRANCESCO, già ufficiale dei Carabinieri e funzionario di P.S.
Massimo PAMIO, direttore editoriale.
Un’occasione di riflessione per tutti sul delicato tema “sicurezza e arcipelago polizie”.
Valter Vecellio, radicale, giornalista Rai dall’inossidabile memoria, un afoso mattino d’estate del 2012 incontra una persona dal viso che gli sembra familiare. Sì, è proprio lo “sbirro” della Narcotici romana che nel luglio del 1975 arrestò in Via di Torre Argentina nella sede del partito radicale Marco Pannella. Come lasciarsi sfuggire un’occasione così ghiotta? Fu dei “poliziotti carbonari” che negli anni’70 si batterono per la riforma democratica della P.S. Sempre in prima linea contro la criminalità comune e organizzata, il traffico di droga e il terrorismo, ha denunciato scandali e intrighi e si è persino scontrato con la P2. Dopo l’arresto inviò a Pannella un telegramma per cambiare una legge “anacronistica e ingiusta” che inviava in carcere ragazzi e tossicodipendenti. Insomma “un commissario scomodo” di cui l’Amministrazione dell’Interno si è sbarazzata. “Commissario Di Francesco!”, lo chiama. Si riconoscono pur ingrigiti e con molti capelli in meno. Un caffè? Perché no? Attorno al tavolino scorrono ricordi che diventano questa intervista-testimonianza di “due ragazzi al bar”.
Valter Vecellio, classe 1954, giornalista, vice-caporedattore del Tg2, e’ stato tra i direttori del settimanale satirico “Il Male”. Dirige il quotidiano telematico “Notizie Radicali”, collabora a numerosi quotidiani e riviste, tra cui “Giornale di Sicilia”, “Voce di Romagna”, “la Voce dell’Isola”, “Articolo 21”, “L’Indro”, “Confronti”, “Europa”. Ha tra l’altro pubblicato: “Storie di ordinaria ingiustizia”, “Romanzo italiano”, “Una inutile strage? Da via Rasella alle Ardeatine”, “Leonardo Sciascia, saremmo perduti senza la verità”, “Pino Zac, una vita contro”, “Marco Pannella, biografia di un irregolare”.
Ennio Di Francesco, classe 1942, già ufficiale dei carabinieri e poi funzionario di polizia. Tra i promotori del Movimento carbonaro che condusse alla legge 121/81 di riforma democratica della polizia. Distintosi con riconoscimenti anche internazionali nella lotta alla criminalità. Collocato anzitempo in pensione d’ufficio. Autore di Un Commissario scomodo, premio selezione Bancarella 1992, con prefazioni di Norberto Bobbio e poi di Gino Giugni. Presidente Associazione Emilio Alessandrini.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *