L’Aquila, Orchestra Sinfonica Abruzzese in concerto dal 6 al 13 dicembre

Dopo l’inaugurazione di Ortona e la replica all’Aquila, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese sarà impegnata in una serie di concerti in vista delle feste natalizie, che la porteranno ad esibirsi in alcuni comuni del cratere e della regione nei quali verrà circuitato il programma di inaugurazione della 41° Stagione ISA. Sotto la direzione della ventenne Nil Venditti, vincitrice del premio Abbado per la direzione d’orchestra del 2015, verranno eseguite l’Ouverture dal Don Giovanni di Mozart e la celebre Settima Sinfonia di Beethoven. Primo appuntamento domenica 6 dicembre alle ore 18 presso l’Auditorium Santa Maria della Pace a Fontecchio (Aq). Mercoledì 9 alle ore 21,00 invece, il concerto si terrà presso il Teatro Nobel per la Pace di San Demetrio (Aq).

La scelta di affidare la direzione dell’Orchestra in una produzione così prestigiosa alla ventenne Nil Venditti mette ben in evidenza come la valorizzazione dei giovani sia una priorità della direzione artistica ISA che nell’ottica di un vivo coinvolgimento dei giovani e giovanissimi ha anche ideato una dinamica lezione concerto, dal titolo “Bravo Ludwig!” che verrà proposta alle scolaresche del comune di Palombaia di Tornimparte nella Palestra Comunale giovedì prossimo, 10 dicembre alle ore 11,00 e venerdì 11 dicembre alle ore 10.30 e 11.45 presso l’Auditorium Enrico Fermi di Celano.

La seconda settimana di dicembre si concluderà poi per l’Orchestra Sinfonica Abruzzese con la partecipazione all’importante Concorso Internazionale Maria Caniglia per le finali e per il concerto dei vincitori in programma che si terranno a Sulmona domenica 13 dicembre nell’omonimo Teatro.

 

Biglietti Gala Tostiano: Intero 10 Euro; Ridotto 5 Euro per giovani fino a 26 anni, studenti e possessori di SinfoniCard.

 

Per Informazioni: 0862.411102 – info@sinfonicaabruzzese.it – www.sinfonicaabruzzese.it

 

 

MONICA BACELLI mezzosoprano

 

È una delle più acclamate star della lirica internazionale. I direttori Abbado, Chailly, Chung, Metha, Muti, Ozawa, Pappano e Rattle e i registi Vick, Strehler, Ronconi, Bondy, Audì, De Simone, Carsen, Mussbach, Hampe hanno diretto le produzioni che l’hanno vista protagonista nei più prestigiosi Teatri – dalla Scala di Milano alla Staatsoper di Vienna, dal Covent Garden di Londra all’Opera di San Francisco, al San Carlo di Napoli, all’Opera di Roma, a Lisbona, Firenze, Parigi, Berlino – e nelle più importanti istituzioni concertistiche – Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, Philarmonie di Berlino, Concertgebouw di Amsterdam. Il suo ampio repertorio si estende dall’opera barocca (Monteverdi, Haendel), ai più importanti ruoli mozartiani (Idamante, Cherubino, Elvira, Dorabella, Sesto), rossiniani (Cenerentola, Rosina e Isabella) e all’opera francese dell’Otto e Novecento (Les Contes d’Hoffmann, Werther, Don Quichotte, L’Enfant et les sortilèges, Pelleas et Mélisande).

Riconosciuta interprete del teatro musicale contemporaneo ha collaborato intensamente con Luciano Berio, che ha scritto per lei i ruoli di Marina (Outis, Teatro alla Scala, 1996) e di Orvid (Cronaca del luogo), e il brano Altra voce, portato in tour, nell’ambito del Progetto Pollini, a Salisburgo, New York, Tokyo, Parigi e Roma. Di Berio ha eseguito spesso i celebri Folksongs, con la Filarmonica della Scala, l’Ensemble Intercontemporain, i Berliner Philarmoniker e ai Proms di Londra. Le sono state affidate numerose prime esecuzioni, tra cui il ruolo eponimo in Antigone di Ivan Fedele, il monologo lirico Le Bel Indifférent di Marco Tutino e recentemente Le ver nel Re orso di Marco Stroppa a Parigi per l’Opera Comique. La sua curiosità d’interprete, l’interesse per la musica da camera, la ricerca nel repertorio vocale inconsueto l’hanno portata negli ultimi anni ad affiancare all’intensa attività operistica la realizzazione di progetti che spaziano dalla musica vocale antica alla contemporanea, alla liederistica romantica e del XX secolo. Monica Bacelli ha ottenuto il Premio Abbiati, riconoscimento della critica musicale italiana.

Tra le sue più importanti registrazioni: di Mozart La finta Giardiniera diretta da Nikolaus Harnoncourt per TELDEC, Le nozze di Figaro dirette da Zubin Mehta per SONY e Lucio Silla diretto da Tomas Netopil per DYNAMIC; due versioni di Tamerlano di Haendel, una diretta da Trevor Pinnock per AIVE, l’altra diretta da Ivor Bolton per OPUSARTE; Armida al campo d’Egitto di Vivaldi diretta da Rinaldo Alessandrini per NAïVE e la più recente raccolta di liriche da camera di Ottorino Respighi prodotta dalla Fondazione Cini per Stradivarius.

 

 

ALDO DI TORO, tenore

 

Aldo Di Toro, dopo essersi diplomato al Western Australian Conservatorium of Music di Perth e aver debuttato al West Australian Opera Festival di Perth, si è perfezionato presso il Teatro Comunale di Bologna e alla Hochschule di Graz come borsista dell’Australia Opera Foundation. È frequentemente ospite delle stagioni d’opera nazionali australiane come la State Opera of South Australia, l’Opera Australia e la West Australian Opera, la Sydney Opera House, ma è attivo anche in Europa (in Italia, Germania, Austria, Gran Bretagna) in Giappone, Sud Africa. Il suo repertorio include, fra gli altri, titoli quali Don Pasquale, Otello, Lucia di Lammermoor, L’Elisir d’Amore, La Traviata, Il Flauto Magico, il Rigoletto. Aldo di Toro vanta anche un vasto repertorio di musica sacra e sinfonica (Rossini, Pergolesi, Puccini, Perosi, Dvořák). Di origini familiari abruzzesi, intenso il suo rapporto Francesco Paolo Tosti: premiato al I Concorso Internazionale di Canto Tosti nel 1996, ha realizzato incisioni discografiche dedicate a Tosti e Braga curate dall’Istituto Nazionale Tostiano.

 

 

Pasquale Veleno, direttore

 

Direttore d’orchestra, pianista e direttore di coro, si è formato alla scuola di Marcello Bufalini e Donato Renzetti per la direzione d’orchestra, Maria Michelini e Nazzareno Carusi per il pianoforte, Edgar Alandia per la composizione.

In qualità di direttore d’orchestra svolge un’imponente attività che nel corso degli anni lo ha visto impegnato con le principali opere di repertorio: da Boston a Pechino, da Città del Messico a Toronto, da Miami a Dakar, da Caracas a Monterrey, passando naturalmente per le principali città italiane ed europee, tra cui Parigi, Praga, Edimburgo, Kiev, Cracovia.

In questa veste ha collaborato con prestigiosi solisti: i soprani Cecilia Gasdia e Carmela Remigio, il violinista Pavel Berman, la Prima Viola del Teatro alla Scala Danilo Rossi, il Primo Violoncello e il primo oboe dell’Orchestra dell’ Accademia Nazionale di S. Cecilia Luigi Piovano e Francesco di Rosa.

Tra le orchestre dirette, spiccano la SBS Radio e Television Youth Symphony Orchestra di Sidney, l’Orchestra Sinfonica B. Maderna, l’Orchestra Sinfonica Silvestre Revueltas, la Chernivetsk Philarmony Symphonic di Lviv, la Symphony Orchestra of China National Opera and Dance Drama Theatre, l’Orchestra da Camera de Bellas Artes, il South Beach Chamber Ensemble di Miami, l’ Orchestra Filarmonica di Kalisz.

È stato ospite dell’Orchestra Sinfonica di Pescara. Dal 2003 al 2008 ha guidato stabilmente il Coro e l’Orchestra Sinfonica dell’Università G. D’Annunzio di Chieti e Pescara. Nel 2004 si è esibito col coro Ud’A e la Parkway Concert Orchestra di Boston in una acclamata tournée di concerti nel Massachuttes (USA), trasmessa in mondovisione da Raisat.

All’attività di direttore d’orchestra affianca un’altrettanto prestigiosa presenza nel mondo della coralità: fondatore e direttore del Coro della Virgola e del Coro dell’Accademia, già Maestro del coro dei teatri Pergolesi di Jesi, Le Muse di Ancona, è stato anche Direttore del coro Regionale ARCA.

Negli ultimi dieci anni ha collaborato intensamente col Cantiere Internazionale d’arte di Montepulciano. Pasquale Veleno è stato docente nei Conservatori di Fermo, Messina e Monopoli ed insegna attualmente Direzione di coro presso il Conservatorio di Pescara ed Esercitazioni Corali presso quello di Rodi Garganico. Tiene inoltre regolarmente seminari e masterclass per l’Università Barry di Miami, in Florida.

 

Orchestra Sinfonica Abruzzese

 

Violino di spalla: Stefano Minore

Violini primi: Lucio Santarelli, Antonio Scolletta, Lorenza Mazzonetto, Laura Ann Paolini, Francesco Pisanelli, Elena Imparato

Violini secondi: Alessandro Oliva*, Joanna Griffith – Jones, Sergio Colantoni, Marco Lanci, Elda Cantera, Alessandra Xanto

Viole: Luigi Gagliano*, Franco Gonzalez Bertolino, Marco Di Tonno, Fanny Forcucci

Violoncelli: Matteo Scarpelli*, Costanza Persichella, Andrea Crisante, Livio Fabiani

Contrabbassi: Marco Boffa*, Mauro Vaccarelli

Flauto: Silvia Colageo

Oboi: Riccardo Bricchi*, Silvia Nesi

Clarinetto: Gianluca Sulli*

Fagotti: Massimo Martusciello*, Giuseppe Reggimenti

Corni: Alessandro Monticelli*, Vittorio Sette

Timpani e percussioni: Eugenia Trimarelli

* prime parti

 

 

Coro Lirico d’Abruzzo

 

Soprani: Sabina Davide, Linda Ferrari, Ilaria Micarelli, Manuela Navelli, Silvia Ottaviani, Mariangela Polidoro, Daniela Santucci, Laura Toro

Mezzosoprani: Monica Astolfi, Gianna Cabriolu, Maria D’Aristotele, Alessia Di Cencio, Paola Di Fabrizio, Gabriella Di Peppe, Paola Incani, Donatella Sichetti

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *